BANCHE ROTTE

Ex Carichieti, giudice chiede nuovi documenti per insolvenza

Il 23 maggio nuova udienza

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

305

Ex Carichieti, giudice chiede nuovi documenti per insolvenza

Nicola Valletta

 

      

CHIETI. Il giudice relatore del Tribunale di Chieti, Nicola Valletta, ha disposto ieri una produzione di documentazione, nei confronti delle autorità competenti, nell'ambito del procedimento che si è aperto in seguito alla istanza di dichiarazione di insolvenza per la ex Carichieti, una delle quattro banche poste in risoluzione il 22 novembre del 2015.

    L'istanza di insolvenza era stata presentata nei mesi scorsi  dall'avv. Massimo Bigerna di Roma, commissario nominato dalla

Banca d'Italia dopo che Carichieti è stata posta in liquidazione coatta amministrativa a dicembre 2015 .

La produzione documentale richiesta riguarda le varie fasi che hanno caratterizzato il passaggio da Carichieti ''in bonis'' fino alla

liquidazione coatta amministrativa, dall'ultimo bilancio della società in bonis alla situazione sullo stato patrimoniale al 30 settembre del 2015,data quest'ultima posta a riferimento dell'avvio della procedura di risoluzione.

Il giudice ha fissato al 20 maggio prossimo il termine per la produzione documentale e una nuova udienza del procedimento per il 23 maggio.

   Nel corso della prima udienza, svoltasi il 2 maggio scorso, era emerso che all'atto del suo insediamento nella veste di commissario, Bigerna ha trovato presso la ex Carichieti debiti per 45 milioni di euro e un attivo pari a zero, sia in termini di liquidità che di crediti. Di qui l'istanza per dichiarare l'insolvenza.