MOTOSEGA SELVAGGIA

Taglio dei pini Viale Regina Margherita, c’è una speranza per gli alberi da abbattere

Una commissione tecnica valuterà cosa fare

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

98

Taglio dei pini Viale Regina Margherita, c’è una speranza per gli alberi da abbattere

PESCARA. Martedì mattina si è tenuto l'incontro delle associazioni ambientaliste (Forum H2O, Italia Nostra, Miladonnambiente, Conalpa) e dei loro esperti con l'amministrazione comunale di Pescara sulla questione del taglio dei pini in via Regina Margherita e più in generale sulla gestione del Verde urbano.

Nei giorni scorsi è stata la Soprintendenza a fermare i lavori e mentre il Comune ha annunciato un ricorso al tar si è aperto un fronte di discussione.

Le associazioni hanno proposto all'amministrazione comunale di rivalutare le condizioni dei 13 pini destinati all'abbattimento completando la relazione fitostatica già effettuata analizzando altri aspetti attraverso il gruppo multidisciplinare (già in accordo informale con l'assessore Di Pietro) che rappresenta altri portatori di interesse: oltre l'arboricoltore incaricato dal l'Amministrazione che ha effettuato la relazione fitostatica, il forestale per una gestione fondata su basi di ecologia urbana (selvicoltura urbana) , l'architetto, lo storico e rappresentanti dei cittadini.

Inoltre è stato chiesto di riconvertire gli importi già disponibili per l'abbattimento delle piante per possibili azione di manutenzione e valorizzazione, come il monitoraggio degli alberi e le opportune cure colturali.

E poi ancora: redigere un Piano del Verde urbano con la partecipazione delle associazioni ambientaliste come previsto dalle Direttive europee (Carta di Aalborg sottoscritta dal comune di Pescara nel 2001, Convenzione di Aarhus); destinare parte delle economie ricavate dalla nuova tassa di soggiorno per azioni di miglioramento del verde cittadino, ritenendo il patrimonio arboreo urbano il biglietto da visita di ogni città che voglia promuovere un turismo sostenibile.

«Infine», spiegano gli ambientalisti, «abbiamo citato l'esempio della città di Berlino, che si potrebbe magari replicare anche a Pescara, dove da anni è attiva una Campagna per incrementare il numero di alberi ( entro il 2017 l'obiettivo è di piantumare 10.000 esemplari) attraverso la “partecipazione” sia economica (attraverso creazione di un fondo dove raccogliere donazioni) sia di controllo dei singoli cittadini e/o delle comunità di quartiere».

Le associazioni hanno accolto con favore l'apertura del sindaco riguardo la richiesta di istituzione di una commissione tecnica congiunta per rivalutare le condizioni dei pini non ancora abbattuti in via Regina Elena. L'appuntamento preso, direttamente in loco, è per giovedì prossimo e vedrà la partecipazione del consulente esterno Rabbottini con il responsabile del servizio verde Mario Caudullo per il Comune, per le associazioni parteciperanno il dottore forestale Caterina Artese, il Maresciallo del Corpo Forestale dello Stato Gabriele Costantini , Loredana Di Paola ed Edvige Ricci.