IPSE DIXIT

Cantagallo: «non torno in politica, mi dedico alla cultura»

L’ex sindaco assicura che non ha intenzione di tornare lì dove stava 10 anni fa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

458

Cantagallo in aula

Cantagallo

MONTESILVANO. «No, non torno in politica».

L’ex sindaco di Montesilvano, Enzo Cantagallo, assicura che il convegno sulla Nuova Pescara di cui avevamo parlato ieri non segnerà il suo ritorno sulla scena politica.

E’ fuori dai giochi e assicura che è intenzionato a restarci, sebbene i frequenti incontri con gli esponenti del Partito Democratico lasciassero intravedere tutta un’altra strada.

«Provo, da Presidente di un'associazione culturale presente sul territorio», spiega Cantagallo a PrimaDaNoi.it parlando del convegno del prossimo 30 aprile, «ad organizzare eventi di carattere socio-culturale per "risvegliare" tutte quelle anime sopite e rassegnate a non fare nulla. Ho pensato che la possibile fusione "storica" tra le Città di Pescara, Montesilvano e Spoltore potesse rappresentare un motivo di discussione e confronto dialettico per tutte le comunità interessate, soprattutto per i giovani studenti che potrebbero vivere nel prossimo futuro una nuova fase storica e sociale del nostro territorio».

«La presenza di uomini e donne della politica che oggi rappresentano le Istituzioni più importanti presenti sul territorio», aggiunge ancora Cantagallo, «è stata una scelta mirata a conoscere le opinioni di coloro che dovranno, attraverso i rispettivi Consigli istituzionali, recepire quello che è stato il risultato referendario. L'iniziativa, quindi, è unicamente di carattere culturale e non ha nulla da condividere con la politica in senso stretto o con le organizzazioni di partito».

L’ex sindaco assicura che non ci sarà alcun "sdoganamento" nei suoi confronti da parte del presidente D'Alfonso o altri esponenti apicali della politica che «ringrazio, sin d'ora, per la loro partecipazione e, soprattutto, per il contributo che sicuramente apporteranno alla discussione».

E Cantagallo spiega anche che come si evince dalla locandina allegata, saranno sicuramente presenti gli allievi dell'Istituto Alessandrini di Montesilvano; al contrario, il liceo D'Ascanio aveva già da tempo declinato l'invito «per motivi organizzativi comunicati al sottoscritto dal Dirigente scolastico - che comunque ringrazio -, motivi ben diversi da quelli riportati nel vostro giornale».

Dunque nessuno scetticismo per l’iniziativa ma probabilmente altri impegni già presi.

Infine Cantagallo spiega che tutti i suoi processi sono giunti a conclusione: «ho subito sei processi dai quali sono sempre risultato assolto. I capi di imputazione dai quali mi sono dovuto difendere sono stati in tutto 36: per 34 di essi sono stato assolto perchè il fatto non sussiste, per i restanti due sono stato assolto per intervenuta prescrizione».