LA NOMINA

Asl Chieti, Sabrina Di Pietro è il nuovo direttore amministrativo ma…

Incarico fiduciario di 3 anni. Potrebbe non avere i requisiti per la carica

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1936

PRONTO SOCCORSO CHIETI OSPEDALE

CHIETI. E’ Sabrina Di Pietro il nuovo direttore amministrativo dell’Azienda sanitaria locale Lanciano Vasto Chieti.

Originaria di Spoltore, 57 anni, già direttore amministrativo della Asl dell’Aquila dal 2006 al 2009 e attualmente vice segretario generale del Comune di Spoltore, è stata nominata ieri dal direttore generale della Asl di Chieti, Pasquale Flacco.

Dal 2007 al 2009 ha avuto anche un incarico di docenza in Diritto del Lavoro all’Università de L’Aquila.

Di Pietro assumerà ufficialmente l’incarico il prossimo 1 aprile per la durata di tre anni.     

Il suo compenso sarà di 90.896 euro lordi l’anno (7.574 euro mensili), ovvero pari all’80% dei compensi del direttore generale . Il compenso è comprensivo delle spese sostenute per gli spostamenti del luogo di residenza e spettano anche il rimborso delle spese di viaggio, vitto e alloggio documentate ed effettivamente sostenute nello svolgimento delle attività inerenti alle funzioni. Il trattamento economico può essere integrato fino al 20% dello stesso sulla base dei risultati ottenuti.

L’incarico, di natura fiduciaria, potrà essere revocato anche prima della scadenza contrattuale e si risolve, comunque, automaticamente, entro 30 giorni dalla data di nomina del nuovo direttore generali.

 

La nomina ha però subito fatto storcere il naso a qualcuno che ha notato qualche crepa nella procedura voluta dal direttore Flacco su input dell’assessore Silvio Paolucci e con i buoni uffici del segretario-consigliere Marzetti, ex manager della Asl de L’Aquila.

Di Pietro sul cui curriculum ed esperienza non si discute non sembra avere una lunga e specifica esperienza in campo sanitario  se si escludono i tre anni, dal 2006 al 2009, alla ASL dell'Aquila.

Secondo quanto stabilisce l'art 3, comma 7 della legge 502/92, il direttore amministrativo deve aver svolto per almeno 5 anni qualificata attività  di direzione amministrativa o tecnica in enti o strutture sanitarie pubbliche o private di media o grande dimensione.

Non sembra che Di Pietro abbia tale requisito ma a parte questo di certo saranno molte le grane che dovrà risolvere in una Asl come quella di Chieti, vasta e particolarmente insidiosa per i vari aspetti problematici che il territorio sta vivendo.

Per non parlare dei 50mln di disavanzo che la Asl avrebbe accumulato nell’ultimo anno, i rapporti con l’università di medicina ed un fatturato da un miliardo di euro.

ASL CHIETI NOMINA DIRETTORE DI PIETRO allegato(3) by PrimaDaNoi.it