DELINQUENZA SCATENATA

Pescara, intimidazione dopo la rissa con colpi di pistola

Indagini della polizia che legano l’episodio ai fatti avvenuti in locale di Città Sant’Angelo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

454

Pescara, intimidazione dopo la rissa con colpi di pistola

PESCARA.  Atto intimidatorio, nella notte, a Pescara: alcune persone hanno sparato quattro colpi di pistola contro la parete di una palazzina ed hanno danneggiato il portoncino d'ingresso dell'edificio, in via del Circuito. L'episodio potrebbe essere legato alla rissa che lo scorso 23 gennaio si era verificata in una discoteca di Città Sant'Angelo.

 Una delle testimoni, una donna residente nella palazzina, infatti, ha riferito alla Polizia di aver sentito urlare delle frasi contro il fidanzato, che in quel momento era in casa con lei; si tratta di un dominicano, tra le persone indagate per la rissa.

L'allarme è scattato attorno alle 3.30, quando gli inquilini del condominio hanno sentito rumori, urla e colpi di arma da fuoco.

Quattro, verosimilmente, i colpi di pistola esplosi contro la parete, tutti calibro 7,65, mentre i vetri del portoncino sono stati rotti, forse a calci. Sul posto sono intervenuti gli agenti della squadra Volante della Questura, diretti da Dante Cosentino, che hanno subito avviato gli accertamenti, anche con l'ausilio della Polizia scientifica, ed ascoltato i testimoni. Rinvenuti e posti sotto sequestro due bossoli e due proiettili. Diverse le telecamere presenti in zona.

Ad agire sarebbero state quattro o cinque persone e su due di loro, un uomo e una donna, gli investigatori hanno già degli indizi. Proseguono le indagini, di cui si occupa la squadra Mobile. Le due persone in questione non avrebbero preso parte alla rissa. Nella lite, iniziata all'interno della discoteca di Città Sant'Angelo e poi proseguita all'esterno del locale e in pronto soccorso, erano rimaste ferite quattro persone; tre le denunce. A seguito di tale episodio, il questore, nei giorni scorsi, ha disposto la sospensione dell'attività per un mese, ai sensi dell'articolo 100 del Tulps.