ALTERNATI

Targhe alterne Pescara, oggi circolano le dispari

La qualità dell’aria è migliorata

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3108

Targhe alterne Pescara, oggi circolano le dispari

PESCARA. Scatta oggi la seconda giornata di targhe alterne. A circolare dalle 9 alle 12.30 e dalle 15,30 alle 18,30 sono esclusivamente le targhe dispari.

Intanto sindaco e vice sindaco assicurano che la prima giornata di targhe alterne è stata un successo e ha consentito di ottenere un dato sulla qualità dell’aria registrato dall’Arta  «notevolmente positivo».

Nella giornata di martedì, infatti, su ben tre delle quattro centraline, si è registrata una qualità dell’aria ‘buona’, mentre ‘accettabile’ nella quarta: «si tratta di un risultato del tutto inedito», hanno detto Alessandrini e Del Vecchio.

«Un dato parziale che incoraggia ma che non ci deve far sedere sugli allori, di certo le finalità sottese all’ordinanza sia pure contestata da alcuni settori della comunità devono far riflettere tutti, nessuno escluso», hanno sottolineato i due amministratori secondo i quali anche le condizioni climatiche (un libeccio che ha soffiato per giorni) avrebbero giocato un ruolo per tale risultato.

Il monitoraggio del traffico su viale Bovio ha fatto registrare un decremento di circa il 30 per cento dei veicoli.

«Se il trend sui dati sarà confermato nei prossimi giorni decideremo se mantenere oltre la misura e quali iniziative attivare al fine di mantenere pulita l’aria», ha chiuso il sindaco.

 Intanto l’ex vice sindaco della giunta Mascia, Berardino Fiorilli, oggi responsabile dell’associazione ‘Pescara – Mi piace’ chiede che l’ordinanza venga immediatamente revocata  nell’attesa che sia il Consiglio comunale, riunito in seduta straordinaria, a pronunciarsi nel merito.

«È questa l’unica scelta di buon senso», dice Fiorilli, «che tutta la città chiede a un sindaco Alessandrini indifferente alle problematiche reali del territorio, che martedì ha vissuto una giornata a doppia faccia: il centro commerciale, dove si pensava si sarebbero concentrati i vigili urbani, deserto, con i negozi completamente vuoti, visto che chi ha la sfortuna di avere un’auto con targa dispari non poteva raggiungere neanche i parcheggi delle aree di risulta; le periferie, specie zona colli, trafficate come sempre, con auto a targa dispari che sfrecciavano ad alta velocità, sperando di sfuggire a eventuali controlli».

Fiorilli, avvocato di professione, insiste anche sulla legittimità delle multe eventualmente comminate a coloro che hanno violato l’ordinanza, visto che gli agenti della Polizia municipale sanno bene che, in assenza della segnaletica stradale, tutte le multe saranno annullate con un semplice ricorso al Prefetto, come prevedono fior di sentenze della Corte di Cassazione.

«L’ordinanza delle targhe alterne va revocata subito», chiede anche il capogruppo di Forza Italia, Lorenzo Sospiri che insiste invece sulle soluzioni strutturali, come completare la filovia, completare il Ponte Nuovo, costruire i parcheggi sulle aree di risulta e non uffici e abitazioni

«Non possiamo concedere neanche un giorno in più di tempo», insiste Sospiri, «né una ulteriore sperimentazione già programmata per domani. Ai consiglieri e assessori di maggioranza va l’appello a fare un’azione di buon senso, ossia schierarsi con l’opposizione per fermare un provvedimento scellerato che Pescara non può più sostenere».

LE SCUOLE

I genitori dei bambini che frequentano scuole a tempo pieno, compresi nidi, scuole dell’infanzia scuole elementari, medie e superiori, o che fanno orari di rientro nel pomeriggio, potranno andare a riprendere i propri figli dotandosi di un’attestazione da parte della scuola. Si tratta di un’esigenza a cui l’Amministrazione ha fatto fronte invitando tutti i dirigenti scolastici a fornire ai genitori che lo richiedono una opportuna certificazione da portare con sé durante gli spostamenti negli orari in cui è prevista la circolazione a targhe alterne. Tale certificazione vale anche per gli insegnanti, seppure ricompresi nelle categorie dei privati che svolgono servizi di pubblica utilità (punto 7 dell’ordinanza) che devono spostarsi da un plesso all’altro o che hanno orari didattici ricadenti negli intervalli di stop.

PESCARA ORDINANZA Targhe Alterne by PrimaDaNoi.it