ISTRUZIONE

A Pescara nasce l'Isia, centro di eccellenza formativa nell'industria artistica

Parlamento approva proposta di ,Melilla (Sel)

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1178

Saga. Mattoscio: «la mia indennità ai giovani ricercatori abruzzesi»

Mattoscio

PESCARA. Il Parlamento ha approvato la proposta del deputato di Sel, Gianni Melilla, di istituire a Pescara una sede dell'istituto superiore per le industrie artistiche, mediante la trasformazione dell'attuale sede decentrata di Roma.
L'Isia è presente con 4 sedi a Roma, Urbino, Firenze e Faenza.
L'Isia di Pescara sarà la quinta sede italiana del prestigioso Istituto Superiore Pubblico del Ministero della Scuola Università e Ricerca della Repubblica Italiana, inserito nel comparto statale AFAM ( Alta Formazione Artistica e Musicale) unitamente alle Accademie e ai Conservatori.
L'Isia fu fondato nel 1973 dal professor Giulio Carlo Argan, insigne storico dell'arte e sindaco di Roma.
Per accedere all'Isia, come per tutte le facoltà universitarie italiane, è necessario un diploma quinquennale e occorre superare una prova selettiva. Al termine del percorso di studio (3+2) si conseguono i titoli accademici equipollenti alle Lauree, di 1 livello (in Design industriale) e di secondo livello ( in Design dei Sistemi).

L'Isia di Roma ha da alcuni anni una sede decentrata a Pescara con il contributo della Fondazione Pescarabruzzo . «L'Isia di Roma è attualmente presieduto dal professor Nicola Mattoscio», spiega Melilla, «e naturalmente alle sue cortesi sollecitazioni si deve la mia scelta di presentare una proposta di legge per la istituzione dell'ISIA a Pescara. La scelta di Pescara come quinta sede autonoma italiana  garantirà lo sviluppo coordinato della formazione, ricerca e innovazione nel settore strategico del design del prodotto industriale e dei servizi in cui esiste una significativa e moderna domanda occupazionale.Sono particolarmente felice di aver promosso la nascita di questa Istituzione pubblica di Alta Formazione a Pescara, tramite una proposta di legge presentata l'anno scorso e ora sostanzialmente assorbita nella legge di Bilancio 2016. I giovani hanno bisogno di grande attenzione per la loro formazione da cui può dipendere un lavoro qualificato e una vita serena. Pescara anche con questa proposta qualifica la sua vocazione di città dell'innovazione per l'Italia Adriatica. Voglio infine positivamente rilevare su questa proposta la larga convergenza del Parlamento e in particolare per la maggioranza del collega relatore Paolo Tancredi».