RIFIUTI

Chieti. Raccolta Differenziata al 60,2% rispetto al 58,7% del 2014

800 i casi “sospetti” che sfuggono alla riscossione

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

65

Chieti. Raccolta Differenziata al 60,2% rispetto al 58,7% del 2014

CHIETI. 26.300 tonnellate di rifiuti prodotte nel 2015 a fronte delle quali la raccolta differenziata si è  attestata su una percentuale del 60,2% rispetto al 58,7% registrato nel 2014.  Lo ha annunciato questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, l’Assessore alla Gestione dei Rifiuti, Alessandro Bevilacqua, analizzando, con il responsabile della sede di Chieti di Formula Ambiente, Ing. Nicola Della Corina, i dati del servizio, aggiornato al 30 novembre 2015.

 «Nel corso del 2015 – ha affermato l’Assessore Bevilacqua – la raccolta differenziata ha registrato un positivo incremento per alcune frazioni merceologiche. In particolare per il vetro, la cui raccolta monomateriale è stata avviata, in via sperimentale, in alcuni quartieri della città, e per il cartone (da 1.400 a 1.500 tonnellate). Un decremento si è, invece, purtroppo verificato per quanto riguarda la raccolta dell’organico, scesa da 6.400 a 6.200 tonnellate. Torneremo, pertanto, a programmare incontri di quartiere con le associazioni di categoria e gli amministratori dei condomini per richiamare l’attenzione dei cittadini sull’importanza di una corretta differenziazione dei rifiuti in modo che il nuovo appalto per la gestione dei rifiuti sia il più partecipato possibile».

 Inoltre, al fine di contrastare la non corretta modalità di conferimento dei rifiuti, verranno reclutate 6 nuove guardie ambientali, oltre alle 8 già in servizio, che, da gennaio, effettueranno controlli a campione perché è volontà di questa Amministrazione mettere un punto fermo sulle regole che tutti devono rispettare.

«Ad ogni buon conto», ha aggiunto l’assessore, «le verifiche fin qui effettuate hanno prodotto le prime sanzioni (167 euro) notificate a sei tra condomini e utenze di Viale Amendola, Via Madonna degli Angeli, via Cesare De Lollis e Via Salvo D’Acquisto. A ciò si aggiunga che Formula Ambiente, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, ha avviato una indagine per la determinazione certa delle utenze servite. Gli accertamenti effettuati negli ultimi quattro mesi, sul 22% del territorio comunale, hanno evidenziato che, su 5.182 utenti controllati, 800 sono risultati i casi sospetti, ovvero sconosciuti alla riscossione. Tali dati  verranno incrociati con quelli dell’Anagrafe del Comune e del Catasto.»