URBANISTICA

Montorio: il Consiglio Regionale approva la variante al P.R.G.

Dopo anni di attesa l’amministrazione di “Si Può Fare” riattiva il procedimento

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

170

Montorio: il Consiglio Regionale approva la variante al P.R.G.

Montorio al Vomano

MONTORIO AL VOMANO. Nella seduta del Consiglio Regionale del 15 dicembre 2015 è stata approvata la Variante al Piano Regolatore Generale (P.R.G.) con proposta di variante al Piano Regionale Paesistico (P.R.P.) del comune di Montorio al Vomano. Il risultato ottenuto è stato il frutto di una stretta collaborazione tra l’amministrazione comunale di Montorio guidata dal gruppo Si Può Fare e capitanata dal Sindaco Gianni Di Centa e l’Assessore regionale all’urbanistica Donato Di Matteo. A darne notizia è la delegata all’urbanistica del Comune di Montorio Roberta Petrarca.

«Nel corso dei mesi  - afferma Roberta Petrarca – abbiamo seguito passo dopo passo l’iter del provvedimento cercando di superare i vari ostacoli che nel corso degli anni si erano palesati. Infatti il provvedimento amministrativo aveva iniziato il suo iter dopo l’approvazione del nuovo Piano Regolatore Generale, definitivamente approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 28 del 24.05.2007. Già allora fu ritenuto necessario procedere alla redazione della Variante al fine di stralciare tutte le previsioni urbanistiche che, in modo più o meno incisivo, fossero in contrasto con le previsioni e con gli ambiti del Piano Regionale Paesistico. Da ciò la prescrizione di stralcio inserita nel parere favorevole espresso dalla Direzione Parchi, Territorio e Ambiente della Regione Abruzzo. L’Amministrazione con atto deliberativo del C.C. n. 8 del 12/03/2008 adottò la Variante al P.R.G.».

«A seguito di una serie di modifiche normative e di incidenti di percorso – continua Petrarca - come l’impugnativa per illegittimità costituzionale proposta dal Governo in riferimento alla disposizione contenuta nell’art. 2 della L.R. n. 26 del 28/04/2014 e riguardante soprattutto il conflitto derivante dall’asserita violazione dei limiti spettanti all’organo legislativo regionale ed in particolare, in caso di varianti al P.R.P., l’insufficienza, della norma regionale, di garantire adeguatamente il coinvolgimento del Ministero dei Beni e Attività Culturali così come sancito dall’art. 117 della Costituzione e la conseguente sospensione fino al 12/11/2014 che ha ridefinito la nuova procedura da seguire nei casi di P.R.G. in Variante al P.R.P., sono state necessarie diverse integrazioni al procedimento come la presentazione di numerose osservazioni e conseguenti controdeduzioni».

«Ci preme mettere in evidenza l’impegno dei nostri uffici comunali – conclude Petrarca - finalizzato all’acquisizione dei nuovi pareri dagli enti competenti e riattivare la procedura presso gli uffici regionali. Il Sindaco, la delegata ed il Responsabile dell’ufficio urbanistico sono stati ascoltati dalla 2^Commissione “Territorio, Ambiente e Infrastrutture” del Consiglio Regionale nella seduta del 1° dicembre 2015, ove è stato espresso parere favorevole alla Variante al P.R.G. con proposta di Variante al P.R.P. Dopo l’approvazione del Consiglio Regionale del 15 dicembre , il prossimo ed ultimo passaggio prima della pubblicazione sul B.U.R.A., sarà l’approvazione definitiva delle varianti da parte del Consiglio Comunale. Dopo tanti anni di attesa i cittadini montoriesi non pagheranno più tasse su terreni che erano edificabili solo sulla carta. L’Amministrazione già da quest’anno, per alleggerire tale tassazione, ha introdotto proprio per questi terreni un abbattimento del 30%. Sicuramente questo rappresenta un importante passo per l’amministrazione di Si Può Fare e per l’Assessorato all’Urbanistica. Da anni i montoriesi attendevano una risposta, e grazie all’impegno di tutto il gruppo, che coeso porta avanti il programma concordato con i cittadini, tale risposta sta finalmente arrivando, è solo questione di giorni».