LA SENTENZA

Banca 121: truffa contrattuale, confermata assoluzione imputati

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

173

Banca 121: truffa contrattuale, confermata assoluzione imputati

L’AQUILA. Si chiude anche in Appello, con formula assolutoria perche' il fatto non sussiste, il processo ai 19 imputati (dirigenti e promotori finanziari) di Banca 121 (poi confluita in Mps) per la vendita dei prodotti finanziari MyWay e 4You.

 Il collegio presieduto dal giudice Aldo Manfredi ha confermato il giudizio di assoluzione di primo grado; gli imputati erano finiti a processo per truffa contrattuale.

La vicenda risale al 2003. Contro la sentenza assolutoria, il pm titolare dell'inchiesta, Laura Colica, aveva chiesto nel ricorso in Appello il riconoscimento della penale responsabilita' di tutti gli imputati, chiedendo la riforma della sentenza del giugno 2012 con cui il giudice monocratico di Giulianova (luogo da cui era partita l inchiesta poiche' era qui che vennero piazzati i prodotti finanziari ritenuti ad alto rischio per i quali vennero presentate querele) aveva assolto tutti.

Il processo prese le mosse dall'opposizione al decreto penale di condanna per truffa contrattuale che nel 2007 il giudice Giovanni Cirillo aveva firmato per tutti (la condanna a sei mesi di carcere era stata convertita in una pena pecuniaria).

 In primo grado, il giudice fondo' l'assoluzione sul fatto che Consob e Banca d Italia non evidenziarono aspetti penalmente rilevanti ad eccezione di carenze nei sistemi organizzativi e nelle procedure di controllo. Inoltre, i prodotti finanziari finiti sotto accusa per quanto spregiudicati non erano truffaldini in se'. Il pm ha sostenuto la tesi opposta.