BUONE FESTE

Inquinamento nei limiti, torna la pesca delle vongole a Pescara

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

82

VONGOLE

PESCARA. Durante le festività di Natale si potranno tornare a pescare, e quindi a mangiare, i molluschi bivalvi del tratto di mare prospiciente Pescara.

L'annuncio è del vice sindaco Enzo Del Vecchio.

«Ora le vongole sono perfettamente commestibili - ha detto - sia pure dietro il trattamento che si conviene essendo una zona di tipo B dove le vongole sono pescate, trattate e immesse sul mercato. A Novembre scorso avevamo fatto un provvedimento d'urgenza - ha spiegato Del Vecchio - dopo comunicazione della Asl della presenza di salmonella e escherichia Coli con valori superiori limiti di legge. Le analisi erano state eseguite, su campioni, dall'Istituto Zooprofilattico sperimentale».

«Questa mattina - ha proseguito - abbiamo avuto un incontro con i rappresentanti della Cogevo, il consorzio che si occupa della pesca delle vongole, proprio per rassicurare tutti che il nostro prodotto locale é tornato completamente commestibile».

«La qualità è stata sempre garantita – chiarisce Claudio Lattanzio, Unci e Cogevo – Il prodotto oggi è pienamente commestibile, ma lo era già a 15 giorni dall’ordinanza di divieto come hanno stabilito le analisi di controllo dello Zooprofilattico, confermate 15 giorni dopo. Controlli rigorosi, anche da parte della produzione. Va infatti doverosamente premesso che la pesca delle vongole è consentita solo ai titolari della licenza: in tutto 83 imprese (12 le pescaresi) autorizzate nel compartimento di Pescara che va dal confine di Francavilla al fiume Tronto. Mi preme inoltre spiegare che dopo la raccolta il pescato viene mandato con etichetta tracciabile di località e produttore a centri regionali di depurazione che a loro volta filtrano, fanno analisi e confezionano il pescato che viene messo in commercio. La tutela del consumatore è dunque massima, lo dimostra il fatto che l’unica volta che si è registrato un valore negativo la pesca è stata prontamente fermata. Oggi le acque sono tornate praticabili, salvo effettuando la depurazione del pescato, operazione che è già parte della routine, da qui voglio tranquillizzare consumatori e destinatari del prodotto affinché non ci siano cali di acquisto durante le feste, non ce n’è ragione».