IN COMUNE

Comune L’Aquila, il consiglio approva il documento preliminare del Prg

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

46

L'Aquila, Consigli di partecipazione, domenica si vota dalle 8 alle 21

L'Aquila


L’AQUILA. Il Consiglio comunale de L’Aquila di ieri ha approvato il documento preliminare del Piano regolatore generale. Il testo, illustrato in aula dall'assessore alla Pianificazione Pietro Di Stefano, rileva in premessa che il programma di mandato del sindaco, a suo tempo approvato dallo stesso Consiglio, vede la programmazione e pianificazione del territorio in un'ottica di sostenibilità ambientale ed economica, proponendo pertanto la redazione di un nuovo Piano regolatore generale «anche nella prospettiva di limitare al massimo il consumo del suolo».
Il documento ricorda altresì come sia stato costituito, a seguito di relativa deliberazione della giunta comunale, un Ufficio del Prg, nell'ambito del settore pianificazione, e come sia stata individuata nella Commissione consiliare "Gestione del Territorio" l'organo istituzionale preposto al monitoraggio delle fasi di avanzamento del nuovo strumento urbanistico.
«I riferimenti del documento preliminare  - ha dichiarato nella sua illustrazione l'assessore Di Stefano - sono costituiti dalla Carta del suolo, da un'attenta analisi dello stato della ricostruzione, da una lettura del territorio attualmente urbanizzato, evidenziando le profonde trasformazioni sopraggiunte a seguito del sisma e inserite in un contesto urbanistico già di per sé profondamente cambiato dalla redazione del vigente Prg nel 1975, cui si aggiungono un compendio dell'ambiente naturale e rurale e una relazione sul contesto socio economico. Il quadro programmatico, che vede come base di partenza l'integrità fisica e le risorse del territorio, individua gli strumenti di tutela per la sicurezza dello stesso e presenta una dettagliata microzonazione sismica.  Il documento - ha proseguito Di Stefano - si sofferma quindi sulla pianificazione comunale recente e sulle nuove acquisizioni al patrimonio comunale, procedendo ad una sintesi dello stato attuale del territorio e della pianificazione vigente, per poi ipotizzare gli scenari territoriali strategico programmatici. Un'ampia sezione, infine, è dedicata al sistema dei servizi e delle infrastrutture, con riferimenti, anche in questo caso, alle evoluzioni sopraggiunte a seguito del sisma e al Piano urbano della mobilità adottato dall'ente. Siamo soddisfatti di questo documento - ha concluso l'assessore- che costituisce un lavoro di alta qualità e presenta un'ampia raccolta di dati, visioni e strategie. Un patrimonio di informazioni che entra nella dotazione del Comune».
Il Consiglio comunale ha dunque deliberato, preso atto dell'analisi del territorio, nelle sue componenti urbanistiche e ambientali, contenuta nel documento, di condividere, sulla base di tali esiti, i temi di lavoro e gli obiettivi individuati, da sviluppare nelle successive fasi di formazione del nuovo strumento urbanistico comunale, demandando pertanto all'Ufficio del Piano regolatore il prosieguo delle attività di formazione del nuovo Prg.

Via libera anche alla riduzione di capitale dell'Afm (Azienda farmaceutica municipalizzata) da 3 milioni di euro a 1 milione 786mila 385 euro. La riduzione si è resa necessaria a causa di perdite di esercizio registrate nella fase post sisma.
Il Consiglio ha quindi approvato il programmazione di interventi di potenziamento della linea ferroviaria Sulmona – Terni, per la tratta ricadente nel territorio aquilano, nonché di soppressione dei relativi passaggi a livello.
«Gli interventi – come recita l’atto deliberativo - sono finalizzati a razionalizzare sia le intersezioni tra il traffico ferroviario e quello stradale, sia ad offrire un adeguato servizio pubblico per sostenere la mobilità locale, modificatasi in modo sostanziale nel dopo sisma. Il potenziamento del trasporto ferroviario verrà, pertanto, concretizzato mediante la realizzazione di quattro nuove fermate e la soppressione di alcuni passaggi a livello, individuati nelle varie Conferenze dei Servizi. Le quattro nuove fermate, sono previste in località San Gregorio- Onna, Bazzano, nella zona industriale di Pile e a Sassa, in prossimità del complesso Case. Approvato anche l'atto deliberativo contenente l’assestamento al Bilancio di previsione dell’ente, riferito all’esercizio 2015. In particolare, il bilancio di previsione è stato assestato con una manovra complessiva di 18 milioni 248mila 265euro, di cui 9 accantonati per far fronte a debiti fuori bilancio, 670mila da destinare alla dotazione del capitolo per spese di investimento e passività pregresse e 5 alla dotazione del Fondo crediti di dubbia esigibilità. Il testo deliberativo è stato emendato con la somma in ingresso di 87mila 500 euro, provenienti dalla donazione della catena Eataly nell'ambito del progetto "Solidarietà enogastronomica all'Abruzzo».

Ulteriori 28 milioni 818mila 528 euro in ingresso sono invece pertinenti allo stanziamento previsto dalla delibera Cipe numero 78 del 2015. Nell'ambito del programma di riorganizzazione dell'Aquilana società multiservizi (Asm), volto all'efficientamento dei servizi, il capitale sociale della partecipata viene aumentato di 2 milioni di euro. Circa 382mila 71 euro vengono invece acquisiti al Bilancio, provenienti da fondi regionali, nell'ambito del Piano locale per la non autosufficienza.
Il Consiglio ha quindi approvato la proposta deliberativa riguardante la riapposizione del vincolo preordinato all'acquisizione nell'area della Riserva del fiume Vera.