VERGOGNA INFINITA

Elettrosmog San Silvestro, Vacca: «ancora valori oltre i limiti di legge»

Nuove rilevazioni effettuate questa mattina

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

235

Elettrosmog San Silvestro, Vacca: «ancora valori oltre i limiti di legge»

PESCARA. «I valori dei campi elettrici misurati a San Silvestro sono superiori a quanto stabilito dalle norme». Lo ha potuto constatare questa mattina il deputato del M5s Gianluca Vacca, che ha partecipato ai rilievi dell’Arta e annuncia i risultati emersi.

Risultati che destano preoccupazione tra i residenti per una situazione che ormai devono tollerare da anni senza possibilità di vedere cambiamenti all’orizzonte. Dunque questa mattina, come spiega Vacca, sono emersi  valori preoccupanti addirittura del doppio del limite massimo imposto dalla legge.

Le misure oscillavano intorno ai 12 V/m sul terrazzino di Mariano D’Andrea, uno dei componenti che da anni si batte per la delocalizzazione delle antenne, mentre la norma stabilisce che non debbano essere superiori a 6 V/m.

I dati sono risultati  in alcuni casi al di sopra dei valori stabiliti nelle pertinenze esterne fruibili quali balconi, terrazzi e cortili.

Già in precedenza l’Arta aveva registrato valori al di sopra di quanto stabilito dalle norme per la protezione da possibili effetti a lungo termine eventualmente connessi con le esposizioni ai campi generati dagli impianti.

«Gli impianti in questione quindi non solo sono “abusivi”  in quanto installati su un sito mai autorizzato dalle autorità competenti», ha commentato Gianluca Vacca, «ma emettono campi che superano i limiti previsti esponendo le persone a rischi di natura biologico-sanitaria. Basta parole.

È ora che la Regione e i Ministeri si attivino per sanare la situazione con le azioni necessarie di propria competenza».

Per questo, con un'interpellanza urgente alla Regione Abruzzo, il MoVimento 5 Stelle chiederà l’emanazione del piano di risanamento e, nel contempo, invierà una diffida al Ministero dello sviluppo economico intimando di attuare l’immediata delocalizzazione degli impianti ora ubicati a San Silvestro.

«È ora che San Silvestro non sia più la collina della vergogna di Pescara», ha detto Vacca