RICOSTRUZIONE

Piani di Ricostruzione Comuni del cratere: si tenta di chiudere entro il 2016

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

66

Piani di Ricostruzione Comuni del cratere: si tenta di chiudere entro il 2016

L’AQUILA. Conto alla rovescia sui Piani di Ricostruzione, con gli ultimi nulla osta in arrivo entro fine anno ed inizio anno nuovo.

Dei 56 Comuni del Cratere, 55 Comuni si avvalgono del Piano di Ricostruzione (tutti tranne Torre de’ Passeri), e di questi ad oggi 45 sono i Comuni con PdR pervenuto all’Intesa/Nulla Osta, mentre 10 sono i Comuni che stanno lavorando per concludere la fase pianificatoria e programmatoria preliminare alla ricostruzione del centro storico, preliminare per il Nulla Osta al PdR.

Di questi 10, 4 Comuni in Provincia dell’Aquila hanno adottato il Piano e sono nella fase di consultazione per pervenire alla più celere approvazione del PdR. In particolare, per i Comuni di Cocullo e Tornimparte – entrambi con Piani di natura urbanistica - è in corso la consultazione della Provincia dell’Aquila e dell’USRC, ed è obiettivo di entrambi pervenire alla conclusione dell’iter entro fine anno. Analogo avanzamento per il Comune di Montereale che, avendo adottato un PdR di natura strategica, sta attualmente concludendo la consultazione dell’USRC per una prossima approvazione del Piano. In ultimo il Comune di Cagnano Amiterno, per il quale, essendo conclusa la fase di osservazione al Piano adottato, è in avvio la consultazione degli Enti preposti.

Per i 6 Comuni in Provincia di Teramo, lo stato di avanzamento dei PdR è maggiormente diversificato. Per il Comune di Castelli è in corso l’acquisizione di pareri da parte degli Enti preliminare alla consultazione di Provincia e USRC. Il Comune di Fano Adriano ha recentemente adottato il Piano di Ricostruzione, ora in pubblicazione per la successiva presentazione di osservazioni. I Comuni di Colledara, Tossicia, Pietracamela e Montorio al Vomano hanno messo in atto le azioni necessarie per pervenire quanto prima all’adozione del PdR e concludere l’iter di approvazione nella prima parte del 2016.

Le risorse programmate attraverso i Piani di Ricostruzione dei 45 Comuni del Cratere ad oggi pervenuti ad Intesa/Nulla Osta ammontano a circa 2,64 miliardi di euro per gli interventi di ricostruzione privata e a circa 0,33 miliardi di euro per gli interventi di ricostruzione pubblica, per un valore complessivo di interventi programmati pari a 2,97 miliardi di euro.

Sul sito web Usrc è possibile avere una visione Digital dello stato dell’arte dell’iter per ogni comune, basta cliccare sulla tendina “seleziona il Comune per sapere lo stato di avanzamento del PdR”, oltre che una cartina geografica per una veloce identificazione dei Comuni e del relativo status.