IN COMUNE

Montesilvano. Passa al Comune la gestione del Palazzo dei Congressi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

98

Montesilvano. Passa al Comune la gestione del Palazzo dei Congressi

MONTESILVANO. La gestione della struttura del Palazzo dei Congressi di Montesilvano passa temporaneamente al Comune di Montesilvano. È quanto stabilito da una delibera della Giunta Maragno.

«Lo scorso 8 settembre – spiega il consigliere Adriano Tocco -  il presidente del Consorzio Palazzo dei Congressi d’Abruzzo, attuale gestore della grande struttura, ha esercitato la facoltà di recesso. A partire dall’8 marzo 2016 la struttura tornerà nella disponibilità dell’Ente. Abbiamo quindi ritenuto necessario affidare all’Ufficio Turismo del nostro Comune la gestione dei contatti, delle prenotazioni e definire i canoni di utilizzo da applicare solo per la locazione».

Con l’atto deliberativo si stabilisce che resteranno a carico degli organizzatori la pulizia dei locali ad inizio e a fine evento; la fornitura di attrezzature tecniche audio, video ed informatiche; il noleggio, montaggio e smontaggio palco; eventuale personale addetto alla custodia di materiali e attrezzature all’interno; le licenze ed autorizzazioni necessarie per legge; eventuale servizio d’ordine. Il Comune sarà esonerato da ogni responsabilità civile o di altra natura verso terzi.

I canoni sono distinti tra quelli giornalieri e quelli parziali e variano da un minimo di 400 euro per il solo primo piano per la mezza giornata ad un massimo di 1.500 euro che comprende l’intera struttura per un intero giorno.

«Il Palacongressi è un fiore all’occhiello per il territorio di Montesilvano. Il mercato congressuale rappresenta un importante settore del turismo italiano, con oltre 15 miliardi di euro di fatturato, ed in particolare del nostro territorio. È impensabile chiudere anche temporaneamente la struttura e quindi perdere occasioni in grado di destagionalizzare l’offerta turistica della città di Montesilvano. Abbiamo già ricevuto diverse manifestazioni di interesse  - conclude Tocco –  per eventi di carattere nazionale in grado di portare sul territorio migliaia di persone. Per questo abbiamo ritenuto necessario trovare una soluzione alternativa e quindi definire i nuovi canoni di locazione».

Domani la gestione della struttura sarà anche al centro della riunione del Comitato Comunale per il Turismo.