Sabato e domenica a Pescara la Maratona dannunziana

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

57

Sabato e domenica a Pescara la Maratona dannunziana

 

PESCARA. Si svolgerà sabato e domenica 17 e 18 ottobre prossimi la nuova edizione della Maratona Dannunziana, una competizione sia agonistica che amatoriale patrocinata dal Comune di Pescara, assessorato allo Sport e presentata oggi in conferenza stampa. Un evento a cura dell’Asd Farnese vini che gode di un gran numero di sostenitori e che mette insieme sport e solidarietà, la maratona infatti quest’anno oltre a rinnovare la sinergia con il Banco Alimentare, l’Avis, la Lilt e la famiglia di Roberto Straccia, il ragazzo scomparso nel 2012, ospiterà un Memorial dedicato a Duilio Fornarola, maratoneta storico morto durante la corsa dello scorso anno. Fra le varie iniziative ci sarà una l’apposizione di targa in piazza della Rinascita in nome di Fornarola con il numero del suo ultimo pettorale.

«Mi sento fresco, fiducioso e contento perché c'è una macchina da guerra che organizza e va avanti, animata dall'entusiasmo e la voglia di fare – dice Alberico Di Cecco, maratoneta motore dell’evento - Per una piccola associazione come la vini Fantini potrebbe spaventare l’eco che stiamo avendo, ma si va avanti con forza e quest’anno andremo oltre i 2.000 iscritti fra le gare competitive e non. E’ un momento in cui la collaborazione con le istituzioni si consolida. E sarà un appuntamento che comincia già con sabato perché dalle 16 in poi oltre a fare l'accoglienza degli atleti allestiremo una serie di attività per grandi e piccoli, con iniziative e premi. Sabato c'è anche una maratona di sei ore sulla spiaggia da parte di un gruppo di maratoneti che correrà anche domenica e intorno alle 19 premiazione degli atleti che si sono messi in luce con la SpartAtene e incontri con vari altri personaggi che si sono distinti. Colgo l’occasione per invitare la città a rinnovare la sua calda e civile accoglienza, chiedendo la consueta collaborazione agli automobilisti e anche ai ciclisti, perché il tutto si svolga senza problemi sul tragitto».