SPORT

L'Aquila Rugby: dal campo alla cucina per gli 80 anni dei neroverdi

Gli atleti vestono le giacche da chef

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

12

L'Aquila Rugby: dal campo alla cucina per gli 80 anni dei neroverdi

L’AQUILA. Dal campo alla cucina, maneggiando verdure al posto della palla ovale, montando creme invece che tuffarsi in mischia.

E' quanto accaduto ieri sera all'apertura della Settimana Neroverde organizzata dall'Aquila Rugby Club in collaborazione con Gusto, in occasione degli 80 anni dalla nascita del rugby in Abruzzo. L'evento ha segnato il "fischio d'inizio" della Settimana, che terminera' venerdi' 16 ottobre e che vedra' tutte le sere, dalle 19 e 30, gli atleti dell'Aquila Rugby Club vestire inusualmente giacche da chef.

«E' stato divertente, e lo sara' sicuramente anche nel corso delle prossime sere - ha spiegato Mauro Zaffiri, presidente del club - e' bello vedere i nostri giovani giocatori, di cui la meta' dell'Aquila e l'altra meta' proveniente da fuori regione, cenare con i partecipanti, interagire con la citta'».

Per l'occasione la chef Nadia Moscardi e il maestro pasticciere Sandro Ferretti hanno, rispettivamente, reinterpretato il menu' della tradizione del terzo tempo rugbistico e ideato un dessert dedicato. Due giocatori hanno assunto il ruolo di "sous-chef" di Moscardi, che li ha guidati nell'elaborazione e costruzione della prima pietanza del Menu neroverde: Entrata con alici, spinaci e carbone. Nadia ha poi proposto agli ospiti Cannarozzetti con baccala', carciofi e lime e Carpaccio di pecora con peperoni verdi e cicoria.

E' stata poi la volta di Ferretti che ha condotto altri due tra i misteri dell'alta pasticceria. A loro e' toccato il compito di realizzare il dessert Passione nero verde, a base di cioccolato e pistacchio. Il pubblico e' stato divertito dalla performance dei giovani rugbisti e ne ha apprezzato l'ironia e la capacita' di mettersi in gioco: «è stata una bellissima serata - ha evidenziato l'ala Manuel Panetti, che si e' cimentato assieme agli atleti neroverdi Vittorio Flammini, Nicola Rettagliata, Niccolo' Speranza e Michele Boccardo - speriamo di aver avvicinato il pubblico al mondo del rugby con questo terzo tempo particolare e divertente».

Della stessa opinione le due "guide" della serata: «E' stato davvero unico - hanno raccontato a margine dell'evento Ferretti e Moscardi - I ragazzi sono stati disponibili e bravi e hanno dimostrato grande voglia di imparare. Siamo felici di aver contribuito ad alleggerire tensioni e di aver condiviso il nostro mestiere per uno sport che e' vessillo dell'Aquila e dell'Abruzzo». La settimana neroverde continua anche questa sera ed e' aperta a tutti.