SPORT SALUTARE

Ortona, via ai lavori per il campo da basket… sotto le ciminiere turbogas

Non è bastata una petizione per fermare l’opera

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

182

Ortona, via ai lavori per il campo da basket… sotto le ciminiere turbogas

Turbogas in costruzione

ORTONA. E’ iniziata la costruzione del campetto basket sotto le ciminiere della Turbogas di Tamarete Energia, ad Ortona.

A lanciare l’allarme via Facebook è il consigliere comunale Franco Musa che parla di «scandalo» e contesta il sindaco D’Ottavio.

Il primo cittadino, infatti, in risposta alla raccolta di firme e all' ordine del giorno depositato proprio da Musa durante il penultimo Consiglio comunale ha dato il via libera alla realizzazione dell’ opera «imbarazzante».

«Ma che senso ha», «chi andrà a giocarci», si domandano i cittadini sui social network e c’è anche chi propone di far giocare per la partita inaugurale tutta l'amministrazione comunale .

Il campo da basket è frutto di un accordo tra l’amministrazione e la società Tamarete Energia, chiamata ad opere di compensazione dopo la realizzazione della centrale. Quale ristoro ambientale che deve alla collettività, la ditta si impegnerà nella riqualificazione del Parco Ciavocco, progetto da 800mila euro al netto d’Iva presentato pochi mesi fa. Ma, come spiegato da Musa, in base alla variazione di destinazione urbanistica con cui il Comune ha permesso alla Tamarete Energia di realizzare la centrale, è stata stipulata una convenzione che prevede la concessione, dalla società al Comune stesso, del 10% dello spazio occupato per la Turbogas. Una percentuale con cui negli anni passati da Palazzo di città avevano richiesto la costruzione di un campetto da basket.

Musa nei mesi scorsi ha portato in Consiglio comunale per ben 4 volte la proposta di cambiare la convenzione per non far realizzare questa infrastruttura che sarà situata sotto le ciminiere della Turbogas. Ma il sindaco ha fatto orecchie da mercante.

Anche l'Acgo - Associazione Culturale Giovani Ortona ha ritenuto di affrontare il problema lanciando una petizione online. «Noi come Associazione», si legge nella motivazione, «vogliamo dire stop a questo scempio. I ragazzi che fanno sport non possono respirare quell'aria proprio sotto la Turbogas  e chiediamo di investire questo denaro (essendo pubblico) in ristrutturazioni sportive già esistenti ed abbandonati e cosa ancora più importante, lontano dalla Turbogas».

Secondo l’ex assessore Valentino Di Carlo l'idea che il campo venga fatto sotto la centrale è dovuta ad una «mancanza di azione politica da parte dell'amministrazione che non occupandosi del problema ha lasciato che, ovviamente e giustamente, la Tamarete Energia desse mandato alla convenzione».

Secondo lui sarebbe però dannosa un'eventuale monetizzazione che liberi da ogni incombenza la società e lasci briciole economiche in mano al Comune, «briciole con le quali non potrebbe dare mandato per nessun'altra opera pubblica, vista lo somma esigua di cui si tratta».