AMICI VICINI E LONTANI

Rai Abruzzo, la nuova sede regionale sorgerà a Pescara

I dubbi di Forza italia: che nesso con l’accorpamento delle prefetture?

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

580

Arturo Diaconale

Arturo Diaconale

PESCARA. Una nuova sede regionale della Rai a Pescara?

Sembra proprio questa la novità destinata a scaldare la diatriba politica della stagione autunno-inverno 2015-2016. Tre giorni fa, infatti, nel corso dell’incontro pubblico per la presentazione del Ponte del Cielo, il presidente Luciano D’Alfonso ha accennato alla visita del Consigliere d’amministrazione abruzzese della Rai,  Arturo Diagonale, il quale gli avrebbe dato ampia disponibilità per la realizzazione della nuova sede regionale della Rai a Pescara, su un terreno già di proprietà dell’azienda televisiva, con annesso centro di produzione.

Il governatore a suo dire, si sarebbe anche assunto l’onere di contribuire all’allestimento tecnologico della sede per almeno 2 milioni di euro.

«D’Alfonso dovrà venirci a dire dove pensa di prendere queste somme in una finanziaria regionale che chiude i punti nascita e gli ospedali proprio per non andare in default», commenta il capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri.

Quello che però ha fatto sobbalzare i presenti, nell’aula consiliare di Pescara, è stato quando il presidente ha dirottato il discorso sulle Prefetture, ovvero, affermando di avere in serbo una funzione importante anche per L’Aquila, ha chiesto al pubblico se ‘a una città come Pescara rendesse di più una sede regionale della Rai con centro di produzione televisiva o una Prefettura?’. Ed è qui che sorge il quesito che irrita Forza Italia: cosa c’entra la Rai con la Prefettura? Qual è il collegamento tra le due funzioni?

Secondo la ripartizione del Governo Pd-Renzi, ovvero il partito del Presidente D’Alfonso, in Abruzzo è già stata sacramentata la soppressione di due Prefetture, quella di Teramo e quella di Chieti, e l’accorpamento degli uffici rispettivamente a Teramo e Pescara, provvedimento peraltro impugnato dai sindacati che per il 30 ottobre prossimo hanno proclamato una giornata di mobilitazione.

Dunque quale è la novità che il Presidente ha messo in serbo per l’Aquila e che avrebbe come fulcro il ‘caso’ Prefettura. «Siamo certi», aggiunge Sospiri, «che il Governatore D’Alfonso non starà pensando alla costituzione di una Prefettura unica regionale, che andrebbe a deprimere, ulteriormente, i presidi di legalità e sicurezza sui territori, aggravando la situazione già prospettata con il Piano Renzi. Ma è chiaro che nella pubblica amministrazione non si può navigare con le ipotesi e le incertezze, per tale ragione, al fine di sgombrare il campo da qualunque sospetto, Forza Italia chiede al Governatore di esplicitare le operazioni eventualmente in corso, all’insegna della trasparenza ufficializzando l’iter inerente la sede regionale della Rai e, soprattutto – ha insistito il capogruppo Sospiri -, assumendo una posizione contro la soppressione delle Prefetture».