INCHIESTE E ACCUSE

Presunta tentata estorsione, Maiorano vuole tirare dentro anche la senatrice Pezzopane?

E nella denuncia spunta anche il nome di una certa Stefania

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1117

Presunta tentata estorsione, Maiorano vuole tirare dentro anche la senatrice Pezzopane?

Simone Coccia Colaiuta

L'AQUILA.  Mentre Simona Coccia Colaiuta assicura di essere sereno e annuncia che denuncerà tutti i giornali che hanno riportato la notizia di una denuncia a suo carico per tentata estorsione, l''accusatore' Maiorano torna all'attacco e conferma: "sono andato dai carabinieri".

Fine settimana dal sapore decisamente diverso per Simone Coccia Colaiuta e Alessandro Maiorano. Mentre il primo ha passato il week and all'insegna del relax e delle pedalate in bicicletta sulla costa abruzzese con la sua fidanzata, la senatrice del Pd, Stefania Pezzopane, Maiorano è andato in questura a denunciare il modello aquilano con l'accusa di tentata estorsione.

Il caso rischia di diventare la patata bollente di questa caldissima estate per Colaiuta, che apparentemente non si lascia turbare da queste notizie che lo riguardano e sui social network continua a pubblicare immagini di questa sua estate d'amore con la fidanzata, in bicicletta e in piscina a Tortoreto, tra 'relax e felicità'.

Sullo sfondo di questa cartolina romantica affiora la denuncia firmata da Maiorano, che a sua volta fu denunciato da Coccia Colaiuta per altre vicende. L'uomo, originario di Prato e noto per le sue numerosissime denunce contro il premier Matteo Renzi, è venuto in possesso degli atti, ormai pubblici dell'inchiesta relativa ai presunti ricatti hot ai danni dell'ex presidente Chiodi e della Pezzopane, e in particolare di una nota della Digos nella quale si ipotizza un presunto tentativo di estorsione ai suoi danni da parte di Colaiuta e del suo manager Ivan Giampietro. 

Dalle stesse intercettazioni è emerso che poi il piano è stato accantonato ma per Maiorano il reato c'è (tentata estorsione, appunto) e va perseguito. 

Ma l'uomo non esclude di presentare anche un'altra denuncia, o meglio una integrazione, che potrebbe chiamare in causa anche la fidanzata senatrice... o una sua omonima.

"Non è escluso", spiega infatti Maiorano, "che a breve presenteremo con il mio avvocato Carlo Taormina integrazione alla procura de L'Aquila  su altre  persone e situazioni sempre  legate a questa storia di ricatti e tentativi estorsivi  nei miei confronti, perche le intercettazioni non lasciano dubbi, forse altri dovranno dare spiegazioni alla autorità giudiziaria".

Il riferimento è all'intercettazione di Colaiuta e del suo manager dove si parla, viene annotato nella denuncia , anche "dell'ingaggio di un testimone della stipulazione del contratto, individuato in una tale Stefania, nella casa della quale tutti gli estremi del falso contratto sarebbero stati posti in essere". Chi è questa Stefania? La compagna del bel Simone?

'Vorremmo sapere a questo punto chi sia ' Stefania'... acquisiremo altre intercettazioni poi?........vedremo", scrive Maiorano su Facebook.

Nella relazione della Digos infatti si legge che ad un certo punto quando Simone chiede al manager come fare a provare che il contratto di 20 mila euro sia sfumato per colpa di Maiorano, il manager gli suggerisce di dire che "l'agenzia ha fatto un contratto con lui, a casa di Stefania, come testimonial..."

Intanto proprio la senatrice Stefania sceglie il silenzio su questa vicenda e su Facebook pubblica le immagini del suo amore con la frase di un celebre tormentone estivo... 'Dammi tre parole, sole, cuore, amore'.