SANGUE SULL' ASFALTO

Nel fine settimana strage di motociclisti: morto anche pescarese di 27 anni

Dopo alcuni giorni di coma si è spento in ospedale universitario abruzzese

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2532

Nel fine settimana strage di motociclisti: morto anche pescarese di 27 anni

PESCARA. E’ morto a Roma, dove era ricoverato in ospedale da alcuni giorni in stato di coma dopo un incidente in moto, un giovane pescarese, Aldo Prosperini, di 27 anni, studente universitario nella capitale. L'incidente era avvenuto sul Grande Raccordo Anulare. Il giovane era stato trovato di mattina presto e subito soccorso. Da quanto si è appreso, indossava il casco.

E’ l’ultima notizia nefasta che riguarda i centauri di tutta Italia che sono rimasti coinvolti in incidenti mortali negli ultimi due giorni.

 E' stato un week end tragico per gli incidenti stradali che hanno coinvolto motociclisti, confermando l'allarme lanciato solo pochi giorni fa dall'Asaps che ha rilevato come, dopo due anni di calo, il numero degli incidenti mortali su due ruote è tornato a crescere (+4,2% rispetto al 2014).

Solo domenica, in due diversi incidenti, hanno perso la vita quattro giovani. I primi sono morti a Cartosio (Alessandria). Le vittime sono un trentenne di Rivoli, alla guida di una moto Yamaha, e una torinese di 24 anni che sedeva sul sellino posteriore. All'uscita da una curva c'è stato un impatto con una Peugeot 207. La ragazza è deceduta sul colpo, mentre il trentenne, portato in ospedale in condizioni gravissime, è morto poco dopo.

 La seconda coppia, lui 36 anni, lei 38, è morta nell' impatto tra lo scooter su cui viaggiavano e un'auto a Fagnano Olona, in provincia di Varese. In altri due incidenti, simili nella dinamica, hanno perso la vita due motociclisti. Il mezzo su cui viaggiavano è finito contro un palo. Il primo è avvenuto nel torinese dove un operaio di 39 anni si è schiantato contro un palo guidando la moto Ducati 749 che gli aveva appena prestato un amico con cui aveva passato la serata. Dopo l'urto, l'uomo è precipitato in un dirupo finendo nel torrente Pesso.

Contro un palo è finita anche la moto di un altro motociclista, 41 anni, che ha perso la vita a Pieve Vergonte, in Ossola (VCO). L'uomo, Massimo Platinetti, era sposato e padre di due figli, uno dei quali, una promessa del calcio, sotto osservazione da parte del Palermo. Tutte giovanissime anche le vittime di altri quattro incidenti avvenuti sabato. Un riminese di 34 anni è morto cadendo dalla moto e sbattendo la testa contro il guard rail vicino ad Arezzo. Aveva appena 23 anni il motociclista che ha perso la vita in Valtrebbia in provincia di Piacenza sbalzato dalla sua Kawasaki dopo averne perso il controllo. In Veneto a Tezze sul Brenta è morto un uomo di 37 anni che con il suo scooter si è scontrato contro un'auto di grossa cilindrata, l'impatto è stato così forte che la moto ha preso fuoco. Scontro frontale tra moto e un furgone anche nel modenese. Nell'incidente di sabato ha perso la vita un giovane di 25 anni. Nel primo fine settimana di luglio secondo i dati rilevati da Polizia stradale e carabinieri erano stati 10 gli incidenti mortali con coinvolgimento di veicoli a 2 ruote, pari al 47,6% del totale.