L'APPALTO

Sicurezza Aeroporto, appalto da 4,2 milioni di euro. 18 guardie giurate rischiano il posto

Ugl ha proclamato due giornate di sciopero

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1014

Sicurezza Aeroporto, appalto da 4,2 milioni di euro. 18 guardie giurate rischiano il posto

PESCARA. Nuovo bando di gara per la sicurezza dell’aeroporto di Pescara e le 18 guardie giurate che oggi lavorano all’interno dello scalo abruzzese rischiano il posto di lavoro.

L’allarme lo lancia il segretario regionale dell’Ugl Sicurezza Civile, Fabio Urbini, che spiega: «oggi queste 18 unità lavorative che con spirito di sacrificio hanno contribuito con il loro impegno e la loro altissima professionalità alla crescita dell’aeroporto di Pescara rischiano per colpa di Saga S.p.a. di trovarsi in mezzo ad una strada senza garanzia alcuna di salvaguardare il loro posto di lavoro alla luce del bando di gara che è stato pubblicato qualche giorno fa e che non prevede alcuna norma di salvaguardia del personale addetto ai servizi di sicurezza aeroportuali». Il bando di gara prevede solo ed esclusivamente per il futuro aggiudicatario l’impegno ad offrire il ribasso maggiore e non sono stati inseriti, contesta il sindacato, «altri criteri di valutazione professionale».

      Il bando così come concepito «esclude di fatto la partecipazione e la successiva aggiudicazione da parte di Istituti di Vigilanza», sottolinea Urbini, «che quotidianamente rispettano la corretta applicazione del contratto nazionale di lavoro e di conseguenza salvaguardano le professionalità acquisite».

Vista la netta chiusura del Cda di Saga l’Ugl, già in stato di agitazione, proclama due giornate di sciopero per i prossimi 17 Luglio e 22 Agosto 2015. E proprio il 17 luglio è fissata la scadenza per presentare le offerte.

L’azienda che si occuperà della vigilanza dello scalo dovrà effettuare il controllo del passeggero e dei bagagli a mano alle porte d'imbarco; offrire il servizio di scorta bagagli, merce, posta, catering e provviste di bordo da o per aeromobile; scorta da o per l'aeromobile delle armi a seguito dei passeggeri in arrivo e partenza;  vigilanza e custodia di bagagli, merci e posta; ispezione preventiva della cabina dell'aeromobile; interventi ausiliari dell'attività di polizia, connessi a procedure di emergenza o di sicurezza.

I servizi dovranno essere svolti 7 giorni su 7, con disponibilità 24 ore su 24, 365 giorni all’anno. L’appalto ha durata 3 anni per un valore complessivo di 4,2 milioni di euro.

L’importo a base di gara è fissato in 25,36 euro all’ora per unità, IVA esclusa, oltre  0,05 h/unità per oneri di sicurezza (da interferenze) non soggetti a ribasso, IVA esclusa. L’ importo, come si legge nel capitolato, è riferito ad un’ora di servizio per ciascuna unità addetta ai servizi, indifferentemente dal tipo di servizio tra quelli oggetto di appalto e dalla qualifica dell’unità impiegata.

Possono partecipare all’appalto imprenditori individuali (anche artigiani, società commerciali, società cooperative), consorzi tra società cooperative e consorzi tra imprese artigiane, consorzi stabili, raggruppamenti temporanei di concorrenti, operatori economici con sede in altri Stati membri dell’Unione Europea.

Il sopralluogo sulle aree e sugli immobili interessati ai servizi è obbligatorio. La mancata effettuazione del sopralluogo sarà causa di esclusione dalla procedura di gara.

L’appaltatore, a sue spese, entro il primo mese dall’avvio dell’appalto, dovrà garantire e per tutta la durata dell’appalto la fornitura di radio trasmittenti o cellulari di servizio per ogni supervisore; fornitura di guanti ad uso personale, per ogni unità operativa, da utilizzarsi per controlli “hand search” e verifiche ispettive su bagaglio aperto. L’affidatario dovrà provvedere, a proprie spese, almeno una volta all’anno, all’aggiornamento professionale di tutto il proprio personale.

Il personale impiegato nello svolgimento del servizio dovrà: essere in grado di eseguire il servizio a regola d’arte, avere una discreta conoscenza della lingua inglese, svolgere il servizio negli orari prestabiliti, attenendosi scrupolosamente alle procedure, rispettare le disposizioni sul servizio in accordo alle normative di riferimento e disposizioni aeroportuali vigenti.

Le guardie però non potranno utilizzare i telefoni per scopi personali, durante lo svolgimento del servizio, fumare nelle aree di espletamento del servizio, utilizzare radio, computer, televisori o consolle di videogiochi presso le postazioni di controllo, utilizzare o modificare i supporti informatici installati alle postazioni di servizio per scopi diversi da quelli originari, compiere, di propria iniziativa, operazioni o manovre che possano compromettere la protezione e la sicurezza del personale.