TURISMO E DIVERTIMENTO

Abbassa il volume. Giulianova, Pineto e Roseto contro movida selvaggia

Il comitato cittadino si batte per un sano (e poco rumoroso) divertimento

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1900

Abbassa il volume. Giulianova, Pineto e Roseto contro movida selvaggia

ABRUZZO.  Da un lato la movida notturna, la musica e il divertimento. Dall’altro i residenti che vorrebbero riposare in tutta tranquillità nelle ore notturne.

Le due realtà possono convivere? Con l’avvicinarsi della stagione turistica soprattutto sul litorale ci si appresa a vivere la vita notturna tra musica e divertimento e la tranquillità e il sonno per chi vive vicino ai locali del divertimento diventa un miraggio.

Probabilmente la convivenza è possibile e lo pensano anche i cittadini stessi secondo cui basterebbe attenersi alle regole, che già ci sono.

E così è stato firmato dai comitati dei comuni DI Giulianova, Pineto e Roseto  un protocollo d’intesa per salvaguardare la salute pubblica dai rumori. L’accordo prevede la diffusione della conoscenza delle normative e delle leggi in vigore, riguardanti l’inquinamento acustico. Si entra anche nel merito delle autorizzazioni e delle deroghe ammesse dalle amministrazioni locali, «spesso poco attente al rispetto delle regole vigenti», spiegano dal comitato che chiarisce: «il nostro desiderio è di contribuire a migliorare le normative esistenti, con modifiche e integrazioni da trasmettere agli enti e alle autorità competenti, sulla base delle nostre esperienze e dei suggerimenti proposti dai cittadini».

«Tutto ciò per cercare di garantire il pieno rispetto delle attuali disposizioni e per il bene di ogni singola cittadina del litorale abruzzese, dove questi fenomeni sono sempre più presenti, specie nella stagione estiva, ma non solo. E insieme per soddisfare il giusto divertimento dei più giovani in considerazione anche del riposo e della tranquillità pubblica, che possono trovare una giusta forma di convivenza e di reciproco rispetto».

Il comitato vorrebbe introdurre un codice etico per la difesa del decoro urbano e della quiete pubblica. «Nasce così GiPiRo un’alleanza strategica tra persone dei comuni di Giulianova, Pineto e Roseto che vuole promuovere l’esperienza innovativa della “Silent Disco”», spiegano dal comitato.

La discoteca silenziosa è un particolare tipo di evento musicale durante il quale i partecipanti ballono ascoltando la musica attraverso cuffie o auricolari. Invece di utilizzare un sistema classico di altoparlanti, la musica viene trasmessa tramite trasmettitori wireless ad alta potenza (UHF-RF): il segnale viene raccolto dalle cuffie wireless indossate dai partecipanti che solitamente hanno più canali di trasmissione (2 o 3 canali), e permettono in questo modo di ascoltare diversi deejay o generi musicali all'interno della stessa area. Quelli senza le cuffie non sentono la musica, dando l'effetto di una stanza piena di persone che ballano nel silenzio. 

Per il comitato abruzzese si tratta di un’efficace soluzione ai problemi d’inquinamento acustico e di disturbo alla quiete pubblica, «che permette di ballare e divertirsi, anche dopo certi orari, senza arrecare disturbo agli altri. Questi sono i nostri valori e i nostri intendimenti e chiediamo sia agli altri comuni abruzzesi interessati e sia a tutte le forze politiche che volessero sostenerci, senza discriminazione di colore o appartenenza a partiti o movimenti, di aderire alle nostre finalità e di sostenere tutte le azioni che andremo a intraprendere sul territorio per il raggiungimento degli obiettivi, che ci Il nostro, e lo ribadiamo, è un progetto di grande civiltà, cultura e lungimiranza».