CIRCOLARE PREGO

"Mister traffico": la giunta Alessandrini ne nomina altri due

Masci: «vergogna senza fine». Del Vecchio: «Progetto nato nel 2004 che non pesa sul bilancio dell’Ente»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1351

"Mister traffico": la giunta Alessandrini ne nomina altri due

Prima e dopo




PESCARA. Ancora due incarichi esterni al Comune di Pescara: dopo il primo "mister traffico", il Comune ne nomina anche un secondo ed un terzo per una spesa che si aggira intorno ai 50 mila euro all’anno (a carico della Regione e del Comune).
I nomi sono saltati fuori dalla comparazione di curricula arrivati a seguito di un avviso pubblico in quanto l’amministrazione si è accorta che non c’erano all’interno del Comune lavoratori in grado di svolgere i compiti necessari per fare un quadro complessivo della mobilità cittadina. E così si compone il gruppo di lavoro esterno per la gestione del Centro di monitoraggio della sicurezza stradale mentre la città aspetta un Piano generale del traffico: quello realizzato dall’ex amministrazione D’Alfonso nel 2006, redatto da un esperto per una spesa di oltre 100mila euro, infatti è scaduto da ben sei anni.
Dunque la giunta Alessandrini ha deciso: alla figura dell’architetto Giuseppe Di Giampietro (45 mila euro lordi), già nominato nei mesi scorsi e che si occuperà, tra le altre cose, di monitorare la viabilità ed analizzare i dati, si affiancano altri due professionisti, secondo quanto prevede il progetto cofinanziato dalla Regione Abruzzo.
Le somme a disposizione per il progetto sono 167 mila euro, di cui 131 mila euro a carico dell’ente regionale e 36 a carico di un mutuo contratto dal Comune.
L’avviso pubblico richiedeva un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per lo svolgimento di attività all'interno del "centro di monitoraggio". Le mansioni previste: analisi ed elaborazione dati di traffico forniti da rilievi strumentali; analisi ed elaborazione dati di incidentalità forniti da schede di incidenti rilevati; redazione di rapporti di analisi; individuazione di nodi ed aree critiche; resa grafica e cartografica dei risultati delle analisi; progettazione e l'attuazione degli interventi per la mobilità sostenibile nonché per la gestione delle comunicazioni. In Comune sono arrivate 38 domande e l’ha spuntata Luigi Di Giovanni (punteggio 85). In graduatoria anche Raffaele Spilla (punteggio 63); Marialuce Latini (punteggio 61).

Il secondo avviso, riguardava invece l’affidamento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per attività da svolgere sempre all'interno del "Centro di monitoraggio" (era richiesta anche l’iscrizione all’albo dei giornalisti) in qualità di webmaster del sito; gestione comunicazione web e social media; organizzazione dei contatti e interfaccia dell'ufficio nei rapporti con l'esterno; attivazione di iniziative sinergiche con le attività di comunicazione e sensibilizzazione del progetto generale; individuazione delle buone pratiche e promozione della loro diffusione; collaborazione con la Direzione tecnica del CMG per la gestione delle comunicazioni.
Sono arrivate 5 domande, la graduatoria finale è così composta : Giancarlo Odoardi (punteggio 81); Ylenia Nunzia Gifuni (punteggio 63).
«Al gruppo così come costituito l’Amministrazione affida un compito di grande responsabilità e di grande rilevanza per quanto riguarda la sicurezza stradale nell’ambito cittadino – commenta l’assessore alla Mobilità Enzo Del Vecchio - il cui studio sarà di fondamentale ausilio ai successivi provvedimenti in tema di mobilità che dovremo adottare, quali la redazione del Piano Generale del Traffico Urbano e del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile».

MASCI: «UNA VERGOGNA»
Protesta invece Carlo Masci che sottolinea come in una fase di predissesto finanziario l’amministrazione Alessandrini continui ad affidare incarichi esterni .
E, sottolinea l’esponente della minoranza, uno di questi è andato ad una persona (il riferimento è a Odoardi, presidente di Pescara Bici) che, «nonostante sia presidente di un'associazione di ciclisti, ha criticato l'azione di calmierazione del traffico veicolare a motore su corso Vittorio effettuata dalla precedente giunta plaudendo al ritorno su quella via di smog, rumore e caos. Sappiamo già come si muoverà: smog dovunque».
Ma Masci grida allo scandalo perché «questa sinistra di governo aumenta le tasse a dismisura, eliminando vergognosamente anche le esenzioni per i redditi oltre 5.000,00 euro (la giunta di centrodestra aveva previsto l'esenzione a 16.400,00 euro), dall'altra continua impunemente a spendere centinaia di migliaia di euro di soldi pubblici per incarichi a persone di sua fiducia».