Capistrello, lettera d’addio del sindaco… a spese dei cittadini

A 4 giorni dal voto M5S contro iniziativa del primo cittadino Lusi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

949

Capistrello, lettera d’addio del sindaco… a spese dei cittadini

CAPISTRELLO. A 4 giorni dal voto, i cittadini di Capistrello hanno trovato nella cassetta della posta, un plico inviato dal Comune.
Nella voluminosa busta, una lunga lettera del Sindaco uscente Lusi nella quale è riportata la sua versione sugli ultimi 5 anni di amministrazione comunale. La spedizione è stata talmente massiccia da interessare anche cittadini ormai deceduti da diversi anni. Nello stesso nucleo familiare sono arrivate più buste: una per ogni cittadino elettore.

«Considerando anche la spedizione indiscriminata, i 10.187 euro spesi per questa operazione dall'Amministrazione Comunale uscente rappresentano un vero e proprio spreco e sono uno schiaffo alla seria difficoltà economica in cui versano molti miei concittadini», denuncia Angelo Bisegna, candidato Sindaco del Movimento 5 Stelle.
«Dalla pagina Facebook del Comune ci fanno sapere che questa spesa sarà pagata con l'indennità di fine mandato del Sindaco Lusi. Avrebbe fatto bene a rinunciare per andare incontro a chi non arriva a fine mese. Per il M5S la rinuncia a rimborsi, indennità e parti consistenti di stipendio è la regola. Ma noi li destiniamo alle piccole e medie imprese in difficoltà».
«Ma non è tutto», continua Bisegna, «all’interno di tali missive, accanto al nome del sindaco Lusi, compare il nome dell’attuale candidato sindaco, appoggiato e sostenuto politicamente dallo stesso sindaco uscente, nonché il nome della lista civica con la quale domenica 31 maggio concorrerà alle elezioni».

Visto che la lettera del sindaco uscente, controfirmata dal candidato sindaco della sua stessa parte politica, arriva proprio nei giorni più caldi di campagna elettorale, il Movimento 5 Stelle di Capistrello ritiene che ogni domanda non può che essere legittima.

In particolare, è Angelo Bisegna a chiedere al sindaco Lusi se «non crede che debba dare una spiegazione a questo gesto che potrebbe apparire del tutto immorale dal punto di vista istituzionale e politico agli occhi dei tanti cittadini già sfiduciati verso una politica che si ritiene poco accorta nella gestione delle risorse pubbliche».
«La determina di spesa» conclude Bisegna «è stata acquisita grazie al tempestivo intervento del consigliere regionale del M5S Gianluca Ranieri. Ciò dimostra l'importanza di avere portavoce del Movimento 5 Stelle nelle Istituzioni». In ogni caso, il Movimento 5 Stelle si riserva di verificare la correttezza formale e legale di quanto sta accadendo in questi giorni a Capistrello.