POLITICA

Achille Variati è il nuovo presidente dell’Unione delle Province

«Ora parlano i sindaci. Regionalismo ha fallito, ok legge Delrio»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

723

Achille Variati è il nuovo presidente dell’Unione delle Province




 ROMA. Le nuove Province hanno eletto il loro presidente: è Achille Variati, 62 anni, sindaco di Vicenza dal 2008, dall'ottobre 2014 eletto presidente della Provincia di Vicenza con il 63,7%. L'assemblea generale dell'Upi, convocata oggi a Roma, lo ha eletto all'unanimità. Prendendo la parola subito dopo l'elezione, Variati non ha nascosto le proprie idee per il futuro: «se c'è un'area su cui intervenire, sono le Regioni. Il regionalismo italiano ha sostanzialmente fallito, le Regioni sono troppo piccole, si sono burocratizzate e fanno leggi che sembrano delibere», ha detto senza mezzi termini. Ha avuto invece parole positive per la legge Delrio: «ha aperto una prospettiva interessante - ha osservato - dando ai Comuni la centralità della politica territoriale. E' una buona legge, la dobbiamo difendere e incarnare».
 E ancora: «Da oggi le vecchie Province non esistono più: parlano i sindaci. La nostra priorità sono i servizi, la garanzia per i cittadini di viaggiare su strade sicure, per i ragazzi che studiano nelle scuole di entrare in aule accoglienti, moderne, in grado di accompagnarne la crescita culturale e sociale, sono le politiche per contrastare il dissesto idrogeologico e tutelare l'ambiente».
 Auguri di buon lavoro sono arrivati da tanti: il sottosegretario agli Affari Regionali, Gianclaudio Bressa, ha annunciato in un messaggio, che andrà all'esame del Consiglio dei ministri di lunedì prossimo il decreto Enti locali, che contiene una serie di misure che daranno ossigeno alle Province. Per il sottosegretario per le Riforme Costituzionali, Sesa Amici, «è vero che l'obiettivo sono i servizi ai cittadini ma è anche vero che senza i lavoratori delle Province questo obiettivo rischia di essere solo un principio. L'obiettivo deve essere salvare il personale, che non è un accessorio».
 Il presidente della Conferenza delle Regioni Sergio Chiamparino, ha sottolineato che nel percorso «è necessario il massimo senso di responsabilità da parte di tutte le istituzioni interessate e in cui è fondamentale una grande apertura verso il dialogo», probabilmente facendo riferimento all'attacco alle Regioni arrivato dal neo presidente dell'Upi.
«L'attuazione della riforma Delrio, che è una priorità del Governo e del partito, passa attraverso l'impegno quotidiano dei sindaci alla guida dei nuovi enti di area vasta», ha detto Valentina Paris, responsabile Enti locali del PD. Auguri anche dal presidente dell'Anci Piero Fassino.