L'EVENTO STORICO

L’Aquila si prepara all’invasione degli alpini: attese 250 mila persone

Solo nella giornata di domenica previsti 2 mila pullman e 13 mila automobili

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2440

L’Aquila si prepara all’invasione degli alpini: attese 250 mila persone




L’AQUILA. L’Aquila è in fermento e pronta ad accogliere domenica l'88° Adunata Nazionale degli Alpini.
Un evento imponente che la città è pronta a viversi come una grande festa: è previsto un consistente afflusso di persone (circa 250.000) provenienti da tutta Italia che soggiorneranno in tutto Abruzzo a partire da venerdì 15 maggio e nei giorni precedenti l’evento.
Tanto nella giornata di venerdì quanto di sabato gli arrivi presso la città de L’Aquila saranno scaglionati, dalla mattina alla sera. Il Comitato Organizzatore dell’Adunata prevede circa 40.000 persone residenti nel circondario de L’Aquila, di Sulmona e dei Comuni dell’Altipiano delle Rocche che useranno le strade statali per arrivare a L’Aquila; 40.000 persone che alloggeranno nella Marsica e nel Lazio nei giorni precedenti l’Adunata, e che percorreranno l’autostrada A24 per raggiungere la città de L’Aquila; 80.000 persone provenienti dalla costa adriatica che percorreranno l’autostrada A24 per raggiungere la città de L’Aquila; 90.000 persone non alloggiate in Abruzzo, che arriveranno direttamente la mattina di domenica.
Il maggiore e più consistente afflusso è atteso nella giornata di domenica: si prevede l’arrivo di 2 mila pullman e 13 mila automobili.

OSPEDALE DA CAMPO, AMBULANZE ED ELICOTTERI
Intanto anche la Asl si sta mobilitando. Previsti un ospedale da campo con 14 posti letto, 11 punti di ‘mini’-pronto soccorso’ disseminati sul territorio, 12 ambulanze, un elicottero, 34 squadre di soccorritori in strada lungo la sfilata, un ambulatorio in più di pronto soccorso all’ospedale San Salvatore, turni raddoppiati in sala operatoria e radiologia h 24 per 3 giorni consecutivi. Al pronto soccorso dell’ospedale, dal 15 al 17 maggio, oltre ai due ambulatori normalmente funzionanti, sarà operativo un terzo nelle ore diurne.
Al quartiere operatorio dell’ospedale, in anestesia, è prevista una tripla guardia diurna e una doppia notturna a partire dal pomeriggio del 14 maggio e fino a lunedì 18. A radiologia, raddoppiata l’équipe h 24 dalle ore 14,00 del giovedì precedente all’evento fino alla stessa ora del lunedì successivo.
A chirurgia sarà attiva un’équipe h 24 così come a ginecologia e ostetricia mentre al laboratorio analisi vi sarà una guardia h 24 (medico e tecnico) e reperibilità diurna e notturna. Rafforzati turni e organico, con diverse modalità, a cardiologia, neurologia, ortopedia.

STOP AI SERVIZI DI ROUTINE PER ALCUNI GIORNI
In ospedale, dal 14 al 18 maggio prossimi, per concentrare il massimo sforzo sulle attività più ‘esposte’, verranno sospesi alcuni servizi che restano al di fuori delle urgenze. In particolare, dalle ore 14 del 14 maggio fino alla stessa ora del 18, verrà sospesa l’attività chirurgica programmata (cioè non legata all’urgenza); analogo discorso per la radiologia per esterni (non ricoverati).
Il lavoro negli ambulatori dell’ospedale sarà regolare nei giorni 15 e 16 maggio e i prelievi del sangue saranno regolarmente garantiti ma la direzione sanitaria dell’ospedale invita la popolazione a rimandare ad altra data l’esecuzione delle analisi non strettamente necessarie, così come altri tipi di prestazione.
Dal 15 al 18 maggio, saranno inoltre sospesi tutti i ricoveri programmati (cioè quelli già fissati in una data) sia in regime ordinario sia in day hospital, ad eccezione dei Day hospital oncologici.

PUNTI DI RACCOLTA
Il punto di raccolta dei partecipanti alla sfilata sarà collocato nelle immediate vicinanze dell’uscita de L’Aquila Est, con il rischio di un possibile congestionamento di questa stazione autostradale, conseguenti rallentamenti e code sulla carreggiata autostradale, soprattutto nella mattina di domenica 17 maggio. Dalla tarda mattinata fino alle 20:30 avranno luogo le partenze dall’Aquila, che saranno contingentate e impegneranno prevalentemente il casello de L’Aquila Ovest.
Per ridurre i disagi in autostrada e consentire a tutti di raggiungere in tempo l’Adunata degli Alpini, Strada dei Parchi, congiuntamente al Comitato Organizzatore dell'Adunata, consiglia di arrivare a L’Aquila evitando gli orari previsti di maggiore afflusso, dotarsi di sistemi di esazione dinamica quali Telepass, carte di credito, bancomat o tessere Viacard a scalare.

LA CITTADELLA DEGLI ALPINI
Anche all’Aquila – come è consuetudine dall’Adunata del 2007 – gli alpini in armi allestiranno la Cittadella, l’esposizione di armi ed equipaggiamenti in dotazione alle unità di ogni specialità delle Truppe Alpine. Nel parco, situato ai piedi del Castello, verranno create numerose “isole” immerse nel verde, dedicate ciascuna a un tema: fanteria alpina, artiglieria da montagna, Genio, trasmissioni, cavalleria, addestramento allo sci e all’arrampicata, i rangers, meteorologia alpina e storia del Corpo. Testimonial delle Truppe Alpine di oggi saranno i giovani alpini che cureranno le diverse aree: a bambini e ragazzi verrà dedicata l’area montagna, dove gli istruttori di alpinismo militare prepareranno un muro di arrampicata e una pista da sci di fondo artificiale, mentre appassionati e curiosi potranno salire a bordo dei modernissimi blindati Lince e dei cingolati da neve BV206, imbracciare il fucile Beretta ARX, osservare le manovre di puntamento dei mortai Thomson da 120, provare gli apparati radio che metteranno in collegamento l’Adunata con tutto il mondo, conoscere il servizio Meteomont, simulare la bonifica di un campo minato e anche provare l’esperienza estrema di essere ostaggi liberati dagli Alpini paracadutisti in una simulazione assolutamente realistica. Novità di questa edizione della Citta - della saranno gli spazi dedicati al 9°, fortemente legato alla città, e alla mostra fotografica di due alpini del reggimento, intitolata “L’Aquila cinque anni dopo”, con la quale si rievoca il drammatico sisma del 2009 attraverso una serie di scatti molto intensi. Completeranno il quadro lo stand InfoTeam, dove i giovani interessati alla carriera militare potranno ricevere tutte le informazioni e presentare domanda di arruolamento, e l’originale esposizione del Museo nazionale degli Alpini di Trento sulle battaglie alpine della Grande Guerra, nel primo anno delle celebrazioni del centenario.

IL PROGRAMMA COMPLETO
Venerdì 15 maggio ore 9.00 alzabandiera Piazza d’armi (parco Jacobacci). A seguire deposizione corona ai Caduti e omaggio al cippo dell’Alpino (Villa Comunale – Piazza btg. alpini L’Aquila).
Ore 11.00 inaugurazione Cittadella degli Alpini (Parco del Castello). Ore 15.30 posa targa ricordo (Fossa). Ore 19.00 arrivo dei Gonfaloni: Regione Abruzzo – Provincia de L’Aquila – Comune de L’Aquila e tutti i Comuni della Provincia de L’Aquila, labari e vessilli (Piazza Collemaggio). Arrivo della Bandiera di Guerra, onori iniziali e sfilamento (Piazza Collemaggio – Viale Collemaggio – Corso Federico II – Piazza Duomo).
Sabato 16 maggio: ore 8.00 visita del presidente Nazionale al Servizio d’Ordine Nazionale (Caserma Rossi); ore 10.30 incontro con le Delegazioni ANA all’estero e Delegazioni I.F.M.S. e militari stranieri (segue buffet ad invito) al Teatro Ridotto. Ore 12.00 lancio di Paracadutisti (Stadio Comunale); ore 16.00 Santa Messa in suffragio di tutti i Caduti celebrata dall’Ordinario Militare e concelebrata dal Vescovo di L’Aquila e dai Cappellani militari presenti (Basilica San Bernardino).
Domenica 17 maggio: ore 8-8.30 ammassamento in zona Est (caserma Rossi); 8.45 resa degli onori iniziali (Via Panella, angolo viale De Gasperi); 9.00 sfilamento e resa degli onori a destra sulla Tribuna dislocata in via Corrado IV (Via della Croce Rossa – Via Vicentini – Via Corrado IV).

+++ IL SITO UFFICIALE