BILANCIO IN ROSSO

Saga, nel 2014 crescita del traffico aereo dell’1,5%

Il bilancio economico netto è stato negativo per 7.740.123 euro

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

797

Saga, nel 2014 crescita del traffico aereo dell’1,5%




PESCARA. L’assemblea degli azionisti della Saga ha approvato il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2014.
L’anno si è chiuso con una crescita del traffico del +1,54% rispetto al 2013 pari a 556.679 passeggeri.
Il bilancio economico netto è stato negativo per 7.740.123 euro. Malgrado la critica situazione finanziaria in cui versa la società il positivo trend di traffico viene confermato nei primi mesi del 2015, registrando buone performance: 35.619 passeggeri (+19.29%) nel mese di gennaio e 35.202 (+ 13,36%) nel mese di febbraio; 40.643 (+7,61%) nel mese di marzo, totalizzando un incremento del 12,95% nel primo trimestre 2015, pari a 111.464 unità.
Secondo il presidente della Saga Nicola Mattoscio, «soprattutto in conseguenza delle importanti iniziative avviate negli ultimi mesi, che assicurano all’aeroporto il collegamento ad un hub internazionale, il consolidamento delle attività low-cost e il rilancio del charterismo, il futuro dello scalo abruzzese è messo in sicurezza, sia pure – ha concluso Mattoscio - occorre che continui ad essere sostenuto in un contesto di efficientamento di sistema».

Con i nuovi collegamenti giornalieri (3 di andata e 3 di ritorno) l’aeroporto di Pescara può intercettare tutte le richieste di volo per gli Usa, per il Canada, per Caracas, Rio de Janeiro, Buenos Aires, l’Africa, il medio Oriente, Shangai e Pechino. Si tratta di 93 destinazioni raggiungibili con un biglietto staccato a Pescara, con il bagaglio imbarcato e con il check-in unico. In totale sono 2.100 ore di volo, per un numero di passeggeri che si spera alto.
Gli azionisti di Saga hanno espresso unanime apprezzamento per il lavoro svolto dagli amministratori alla guida della società ed hanno espresso l’intenzione di assicurare il proprio supporto ai piani di rilancio dello scalo finalizzati alla realizzazione di ulteriori efficienze produttive e strutturali, come previsto dal master plan per i lavori di ammodernamento dell’aerostazione e di messa in sicurezza della pista.
È stato inoltre condiviso l’impegno per il raggiungimento di ulteriori e importanti obiettivi di sviluppo commerciale definiti dal Piano Industriale appena approvato dal nuovo Cda, per raggiungere il progressivo riequilibrio finanziario della società. I due principali obiettivi: la riduzione del deficit di funzionamento almeno del 40% già al dicembre 2018 e la dimostrazione della sostenibilità economico-finanziaria dell’attività di impresa già al dicembre 2020. E si guarda con ottimismo anche al volo Pescara-Mostar/Medjugorje, attivo dal 1° maggio scorso, ogni martedì e venerdì.