A TUTTO GAS

Pescara Gas, bilancio in attivo. Alessandrini: «tra le migliori società in Italia»

Tonelli: «non abbiamo mai avuto deficit sulla società»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1080

Pescara Gas, bilancio in attivo. Alessandrini: «tra le migliori società in Italia»




PESCARA. Questa mattina è stato presentato il consuntivo di Pescara Gas. Alla presentazione hanno partecipato il sindaco Marco Alessandrini, il vie sindaco Enzo Del Vecchio, i vertici della società rappresentata dal direttore Tullio Tonelli. Il bilancio relativo all’esercizio chiuso il 31 dicembre scorso rileva un utile di 140.316 euro.
«Presentiamo un bilancio positivo di Pescara Gas – così il sindaco Marco Alessandrini - in Italia sono 7.700 le società pubbliche, Pescara Gas ha le performance fra le migliori, con un servizio di qualità e all'altezza, tanto che nell’ambito del piano di riequilibrio l'illuminazione dei palazzi pubblici a partire da Palazzo di Città, sarà affidato a Pescara Gas al fine di consentire economie di scala che visto il momento non ci sono indifferenti. Un modello, quello incarnato da Pescara Gas, che dobbiamo replicare, dando spazio ad una società virtuosa capace di garantire risparmi mantenendo inalterata la qualità dei servizi».

«Abbiamo chiuso il bilancio positivo – aggiunge il direttore Tullio Tonelli – anche se va sottolineato che non abbiamo mai avuto deficit sulla società. Ci sono stati investimenti nel settore gas per oltre 1,5 milioni e oggi Pescara è l'unica città media in Italia che ha due cabine gas e non patirà problemi di approvvigionamento. Inoltre stiamo sostituendo tutti i gasdotti che hanno superato i 50 anni e oltre all’intervento di sostituzione di punti luce compiuto nel 2013 con 4 milioni di euro, un ulteriore aggiunta di 600.000 euro di investimento per ampliare il numero. Entro il 2016 interverremo anche sulla rilevazione dei guasti, avverrà in modo computerizzato».
Positive anche le cifre sul personale: «a fronte dei 10 dipendenti di Pescara Gas abbiamo potuto assicurare il servizio ricorrendo ad un uso virtuoso delle consulenze, pagando in tutto 70.000 ma rispondendo su vari temi e richieste. Sul fronte del risparmio energetico c'è tanto da fare e noi ci siamo impegnati seriamente, prevediamo che le economie dei consumi resi possibili fino al 50 per cento ad oggi su 4.000 punti luce, entro il 2016 vengano estesi a tutti i 21.629 punti luce della città, un obiettivo che razionalizzerà fortemente i costi e la spesa».
«Pescara Gas rappresenta, in definitiva, un asset importante del Comune di Pescara – conclude Enzo Del Vecchio – frutto di una scelta oculata e innovativa nata con l’Amministrazione D’Alfonso che si confrontò senza timori con il colosso di Enel Gas, all’esito di cui tutti i giudizi instaurati contro il Comune di Pescara si sono invece risolti in suo favore. In prospettiva, ancora, si affida a Pescara Gas l’ulteriore impegno ad incrementare il patrimonio già disponibile continuando nell’opera di ammodernamento degli impianti gas e di illuminazione pubblica fatto fino ad oggi».

RAMO GAS
Nel 2014 sono stati eseguiti lavori per €.1.563.483 per ampliamento della rete e sostituzione di reti obsolete, nonché per la installazione di nuovi contatori (1.779) senza alcun costo a carco dei cittadini.

RAMO ILLUMINAZIONE PUBBLICA
Sono stati eseguiti lavori di manutenzione straordinaria sugli impianti di illuminazione pubblica per 581.520,41 euro.
La estensione della rete della illuminazione pubblica nel corso dell’anno 2014 ha subito un ulteriore incremento, che, a partire dal 1° aprile 2007, data di affidamento del servizio, ha registrato un aumento dei punti luce di 2.902 unità, pari al 15,50% della consistenza iniziale. La consistenza complessiva dei punti luce al 31 dicembre 2014 è pari a 21.629.

LA STRUTTURA AZIENDALE
I dipendenti aziendali al 31 dicembre 2014 sono soltanto nel settore tecnico e sono pari a dieci unità, tre nel settore gas, cinque nel settore della pubblica illuminazione di cui due quadri, e due nel settore impianti semaforici.
Il costo complessivo del personale è pari al 7,91% dei costi complessivi.
Per le altre attività, come è stato spiegato questa mattina in conferenza stampa, si è fatto ricorso a consulenti esterni. Il costo complessivo di detti consulenti per l’anno 2014 è stato pari a 70.210 euro.