PIOVONO SOFFITTI

UdA: pezzo di soffitto ferisce una collaboratrice di lingue

Ferita alla schiena l’Esperta di tedesco mentre riceve uno studente

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2126

uda università d'annunzio

Università D'Annunzio




PESCARA. Ferita gravemente alla schiena oggi una Cel (collaboratore esperta linguistica) di tedesco che si trovava all’interno della Facoltà di lingue (oggi Dipartimento) della d’Annunzio a Pescara.
Si chiama J. W. e si trovava nella stanza degli Esperti linguistici di inglese, tedesco, arabo, cinese, serbo e croato, quando improvvisamente dal soffitto si è staccato un pezzo di intonaco con un mattone che l’ha centrata provocandole ferite e sfiorando per un nonnulla la testa.
Infatti in quel momento la collaboratrice stava ricevendo uno studente e casualmente si è piegata in avanti proprio nel momento in cui cadeva il mattone che l’ha ferita alla schiena e non l’ha colpita direttamente alla testa.
È subito intervenuta la Misericordia e a seguire immediatamente sono arrivati i Vigili del Fuoco di Pescara. La donna è stata medicata sul posto e poi condotta in al Pronto soccorso. L’incidente è avvenuto poco dopo le 12 e come prima conseguenza il Dipartimento è stato chiuso.
«Io ero al piano di sopra – racconta il professor Pier Carlo Bontempelli, direttore del Dipartimento – e sono accorso subito. Ma non posso dire altro, perché non sono riuscito a parlare con la collega. Mi dicono che in ospedale parla e mi auguro che per lei non ci siano conseguenze. E’ stato un vero miracolo che non sia andata peggio».

La stanza in questione, di circa 15 metri quadrati, ospita 17 lettori, ha tre computer ed è adibita, come detto, al ricevimento studenti.
Raccontano che nel recente passato, la direzione generale era stata informata dei problemi che si sono verificati oggi, con tanto di assicurazioni che tutto sarebbe stato sistemato presto e bene. Ma in realtà il degrado sembra che sia stato segnalato da circa due anni, quando un altro pezzo di soffitto colpì Mary Kane, anche lei Cel, e poi mesi dopo un grosso calcinaccio si staccò mentre si alzava un’altra Esperta linguista che non riportò conseguenze, mentre i fili che pendevano dal soffitto non sono mai stati sistemati.

«L’incidente conferma le carenze dell'attuale gestione dell'Ateneo», attacca il segretario generale Csa-Uda Cisal, Goffredo De Carolis, «ci risulta che i Cel , negli ultimi anni, hanno più volte lamentato  l'inadeguatezza del locale rispetto alle unità lavorative, la mancanza di un numero adeguato di postazioni di lavoro attrezzate,  la mancanza di condizioni di sicurezza. Ma, l'amministrazione ha ricevuto anche segnalazioni formali?».
De Carolis chiede una «immediata procedura di accertamento delle responsabilità con tutte le dovute conseguenze sul piano disciplinare e risarcitorio».
L’incidente è destinato a rinfocolare le polemiche interne alla d’Annunzio sulla sicurezza e sulla manutenzione dell’università, dove accanto a lavori del tutto superflui e costosi, molta manutenzione è al palo. Infatti tra i pezzi di intonaco che si staccano dai soffitti di molte scuole e l’incidente di oggi la differenza è che nelle scuole la manutenzione non è diretta, come alla d’Annunzio.

Sebastiano Calella