IN COMUNE

Comune Montesilvano: documenti su bilancio in ritardo, M5S scrive a prefetto

«A 7 giorni dal Consiflio non abbiamo ancora la relazione dei revisori»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1942

Comune Montesilvano: documenti su bilancio in ritardo, M5S scrive a prefetto




MONTESILVANO. I documenti che compongono il bilancio di Montesilvano vengono consegnati in ritardo ai consiglieri e così il M5S scrive una lettera al prefetto per prendere provvedimenti.
«Il Collegio dei Revisori dovrebbe predisporre e presentare all'Ente la propria relazione sul bilancio e consegnarla entro il termine non inferiore a 20 giorni. Ad oggi, con il Consiglio convocato per il 30 aprile - afferma in una nota il presidente della Commissione di vigilanza, garanzia e controllo, il pena stellato Manuel Anelli - non siamo ancora in possesso della relazione dei revisori dei conti sul Bilancio Consuntivo 2014. Purtroppo non è la prima volta che i revisori dei conti ritardano nella consegna di questo documento, importantissimo per valutare la validità del Bilancio presentato dall'amministrazione».
Il Bilancio definisce il quadro generale delle risorse finanziarie e delle priorità d'intervento delle attività dell'Ente per questo è definito l'atto più importante di un'amministrazione pubblica. Esaminando il Bilancio si comprende da dove arrivano le risorse finanziarie, come sono composte e come vengono destinate nel corso dell'attività annuale dell'Ente.
«Nello specifico a Montesilvano, dove rispettare le normative è optional - sostiene Anelli - gli uffici gestiti dall'amministrazione Maragno ci hanno inviato i documenti che compongono il bilancio solamente il 16 aprile non rispettando i 20 giorni di tempo necessari allo studio del bilancio. In definitiva siamo stanchi di questo atteggiamento irrispettoso da parte dell'amministrazione poichè, con eccessiva tranquillità, ci impedisce di poter visionare le carte con congruo anticipo. Siamo stati eletti per controllare i conti del comune di Montesilvano e le manovre di questa amministrazione, non permetteremo assolutamente che questa prerogativa ci venga impedita. Così - conclude il consigliere comunale - ledono i diritti dei cittadini».
Intanto il gruppo di Forza Italia al Comune di Montesilvano difende la capogruppo Deborah Comardi e sostiene che «l’attività quotidiana di stimolo nei confronti dell’amministrazione comunale portata avanti dalla capogruppo non sia un’attività di ‘disturbo’ verso la maggioranza, ma piuttosto vuole essere uno sprone a fare di più e meglio nel governo di quella che è la quinta città d’Abruzzo, ossia Montesilvano».
«Non critichiamo il contenuto della delibera di approvazione del rendiconto finanziario – hanno ancora puntualizzato i consiglieri di Forza Italia -, ma, piuttosto, ne stimoliamo l’approvazione, con la consegna degli atti che sia coerente con la tempistica sancita dal Testo unico degli Enti locali, ciò al fine di evitare inutili pretesti a una eventuale opposizione che, ovviamente, non intende apprezzare gli sforzi in essa racchiusi».

VERRIGNI: «NON NASCONDIAMO NULLA»
 «Quest’Amministrazione non ha alcuna intenzione di spogliare i consiglieri comunali di alcun diritto o prerogativa o di impedire loro una corretta e approfondita visione dei documenti relativi al consuntivo 2014». Replica così l’assessore al Bilancio, Caterina Verrigni, in merito alle accuse di mancato rispetto dei tempi per la consegna del bilancio alla minoranza.
«La procedura per la predisposizione del rendiconto – spiega ancora l’assessore – è di per sé un’operazione complessa, ulteriormente complicata dalle innovazioni legislative intervenute nei primi mesi del 2015 che hanno determinato un sovraccarico su tutta la struttura finanziaria del Comune. Vogliamo sottolineare che il consuntivo è già approdato alla fase di discussione in Commissione. Nei giorni scorsi, infatti, io stessa, insieme al dirigente di settore Pietro Ventrella, ho partecipato alle sedute proprio per rispondere a dubbi e perplessità sollevati dai consiglieri».   
«In merito al parere dei revisori dei conti – dice ancora la Verrigni – esso è pervenuto al Comune nella giornata di oggi e verrà tempestivamente messo a disposizione dei consiglieri di maggioranza e minoranza. Nella storia di questo Comune non ci sembra ci sia stato un solo caso di rispetto della tempistica di consegna dei documenti 20 giorni prima della data fissata per l’approvazione del rendiconto. Nel 2013, ad esempio, per quanto riguarda il rendiconto 2012, il parere dei revisori fu consegnato il 14 maggio e l’approvazione ci fu il 22 maggio. I consiglieri – conclude la Verrigni – avranno tutto il tempo per studiare ed approfondire la documentazione e giungere serenamente alla discussione in Consiglio».