LUTTO

Ortona, si è spento a 60 anni Francesco Sanvitale

Musicologo e studioso era noto in tutto il mondo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3094

Ortona, si è spento  a 60 anni Francesco Sanvitale

Francesco Sanvitale

ORTONA.  E’ morto la notte scorsa ad Ortona all’età di 60 anni Francesco Sanvitale, musicologo, studioso e docente noto in tutto il mondo per aver diretto dalla fondazione (1983) l'Istituto Nazionale Tostiano di Ortona. A lanciare l’allarme questa mattina è stata la domestica che lo ha trovato senza vita nel letto. Quando la donna ha provato a svegliare il professore, si è accorta che non dava più segni di vita e ha chiamato il medico. Sanvitale era gravemente malato da tempo e da settimane non usciva più dalla sua abitazione. Le sue ultime uscite pubbliche erano state dedicate a febbraio scorso alla presentazione di un libro sul Teatro Stabile Abruzzese e per la presentazione dell'Inno degli Alpini, cui aveva scritto il testo su musiche di Roberto Molinelli. 

Sanvitale è stato impegnato, a vari livelli e funzioni, in importanti istituzioni musicali: la Società Aquilana dei Concerti "B. Barattelli", l'Istituto Nazionale per lo Sviluppo Musicale del Mezzogiorno, l'Istituzione Sinfonica Abruzzese. Direttore artistico dei Solisti Aquilani fino al 1997, ha curato la produzione di molti spettacoli di teatro in musica, con una particolare attenzione ad un inconsueto repertorio, come l'opera-tango Maria de Buenos Aires di Astor Piazzolla, allestita nel 1996 per la prima volta in Italia nella versione completa. Ha svolto intensa attività pubblicistica su quotidiani e riviste (Il Messaggero, Il Centro, Paese Sera, Opera, Suono Sud, Teatro e Regione, Proscenio, ecc.) e come saggista e conferenziere ha collaborato con prestigiose istituzioni di livello internazionale come il Museo Teatrale alla Scala di Milano, l'Università di Miami in Florida, l'Università e il Royal Conservatory di Toronto, la Chapelle Historique du Bon Pasteur di Montreal, la Royal Academy of Music di Londra, l'Università di Malta, il Museo Melba di Melbourne e le Università di Hobart, Melbourne e Adelaide in Australia, l'Università di Osaka in Giappone, l'Università Nazionale e la Aletheia University di Taiwan a Taipei, l'Academy of Performing Art di Hong Kong.

Sceneggiatore radiofonico e televisivo, è stato autore di numerosi programmi per la Rai-Radiotelevisione Italiana.

Direttore dell'Istituto Nazionale Tostiano di Ortona dalla fondazione nel 1982 e fino al 2007, ha curato per la Casa Ricordi di Milano l'edizione integrale, in 14 volumi, delle romanze per canto e pianoforte di F. P. Tosti. E' stato anche direttore artistico della Stagione Lirica "Fondazioni all'Opera" promossa dalla Fondazione Tercas, e consulente, per la stessa, sui progetti musicali. E’ stato anche membro di giurie in importanti concorsi vocali internazionali: "G. Puccini" di Milano; "Cascinalirica" di Pisa; "M. Del Monaco" di Marsala; "Basiola" di Annicco (CR); "F.P. Tosti" di Ortona (CH); "F. Albanese" di Torre del Greco (NA), International Singing Competiton of Taipei (Taiwan), Asian Preliminary Competition of Singing "F.P. Tosti" in Nara (Giappone).

Ha insegnato Storia ed Estetica Musicale nel Conservatorio Statale di Musica "U. Giordano" di Foggia, ed è stato titolare della cattedra di Etnomusicologia e Sistemi Musicali presso l'Università di Teramo, Facoltà di Scienze Politiche, Corso di Laurea in Scienze del Turismo. Ha collaborato con l'Istituto di Musicologia dell'Università "La Sapienza" di Roma, e con le Università di Venezia e Foggia.

Ha ricevuto nel 1998 il "Premio Illica" di Castell'Arquato, e nel 2002 il Premio "Kaleidos" presso il Teatro Massimo di Palermo. Nel 2008 ha ricevuto il "Premio Carloni" all'Aquila. Nell'agosto 2005 è stato nominato Special Advisor della N.P.O. "Nara Arts and Culture Association", che si occupa della diffusione del repertorio tostiano in Giappone oltre a curare concerti e master class di particolare rilievo internazionale. A gennaio 2008 per i meriti di impegno nell'avvicinare le culture di Oriente e Occidente ha ricevuto la distinzione onorifica di Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito Costantiniano di S. Giorgio (Knight Commander of Saint George Costantinian Merit Order). E' stato anche Professore Emerito dell'Accademia di Russia-University of Moscow e Cavaliere di Gran Croce del'Ordine di San Wladimir di Kiev. E' stato nominato Cavaliere di Gran Croce del Sacro Militare Ordine dell'Aquila Bizantina (Knight Gran Cross of Sacred Military Order of Bizantin Eagle).