NEL PIATTO

Mense scolastiche, a pescara al via l'informazione a scuola, a settembre pasti a km 0

Il sindaco Alessandrini: «dalle parole ai fatti investendo su territorio e qualità»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

796

Mense scolastiche, a pescara al via l'informazione a scuola, a settembre pasti a km 0

Il sindaco Alessandrini




PESCARA. Martedì 21 aprile partirà il progetto di educazione alimentare concepito con l'Associazione ISA e Coldiretti, in attuazione del protocollo d'intesa firmato il 19 dicembre con l'amministrazione comunale a firma del sindaco Marco Alessandrini, del presidente di Coldiretti Abruzzo Domenico Pasetti e del presidente dell'associazione ISA il professor Ettore Cianchetti.
Come stabilito allora, l'intesa, inedita per l'Ente, stabilisce di adottare «misure atte a garantire politiche ambientali, tutelare e promuovere una sana alimentazione nelle scuole del territorio, prevenire obesità e soprappeso nell’età infantile, garantire la qualità igienico-nutrizionale dei prodotti alimentari, tutelare il territorio e l’ambiente diffondendo buone prassi ambientali a salvaguardia della biodiversità, sostenere valori di sistema quali tradizioni locali, coesione sociale, commercio equo e solidale, benessere bio-psico-sociale».
In virtù dell'atto Pescara è diventata la prima città d’Abruzzo a fare un passo verso un’alimentazione di qualità, con garanzia di stagionalità, territorio ed eticità, a regime dal prossimo anno scolastico 2015/2016.

«Martedì questo cammino dunque comincerà attraverso l'informazione e la sensibilizzazione sul cibo presso l'Istituto Comprensivo 4 che è stato individuato come "Istituto Pilota" per la partenza del triennio di formazione – illustra il sindaco Marco Alessandrini – Si faranno incontri con gli studenti e famiglie, i soggetti del protocollo spiegheranno cosa scegliere e come avviare un'alimentazione equilibrata e capace di fare prevenzione. Come ho detto alla firma dell'intesa ci stiamo regalando un po’ di salute in più per il futuro, assicurandola in primis ai bambini della nostra città».
«L'iniziativa è una vera e propria presa di cognizione dell’importanza di mangiare sano e di affermare pubblicamente una nuova mentalità, facendo un’inversione di tendenza nei confronti del passato – sottolinea il presidente di Coldiretti Domenico Pasetti – Questa strada oggi si apre, il cammino comincia e ci vede coinvolti come soggetti portatori di qualità e di informazione. Speriamo che anche altri Comuni abruzzesi lo facciano, perché nell’intesa non conta solo ciò che si mangia a scuola e una sana e corretta alimentazione, ma anche il valore economico e sociale dell’agricoltura del nostro territorio».
«Dopo decenni di malnutrizione ci stiamo finalmente rendendo conto che ciò che era troppo benessere è stato forse un danno – aggiunge l’oncologo Ettore Cianchetti presidente di ISA – Con l'inizio del programma di incontri nelle scuole, prende avvio quello che per i prossimi tre anni sarà per la nostra associazione un importante momento di incontro e confronto con bambini, genitori e docenti. Educazione alimentare e corretti stili di vita come base per la prevenzione delle più diffuse patologie. Conoscenza, consapevolezza e curiosità saranno le parole chiave dei nostri incontri. Mangiando possiamo fare prevenzione, sia di patologie importanti, sia anche dell’obesità che è una condizione che interessa tantissimi bambini e che è grave, perché un bimbo obeso lo resta per tutta la vita ed è più vulnerabile di altri».