IL NUOVO INGRESSO

Scafa, un geologo (a costo zero) nello staff del sindaco

Consiglio approva bilancio previsione 2015

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2257

Scafa, un geologo (a costo zero) nello staff del sindaco



SCAFA. In occasione della seduta dello scorso 24 marzo, il sindaco di Scafa, Maurizio Giancola, ha comunicato al Consiglio comunale che Maurizio D’Alfonso è entrato a far parte del suo staff.
Il nuovo componente va a sostituire Letizia De Stefanis, che si è dimessa per motivi personali. Sin dal suo insediamento, nel 2012, Giancola ha voluto avvalersi d’uno staff di cittadini che offrissero, gratuitamente, la loro esperienza e la loro collaborazione per la soluzione dei vari problemi della comunità. Maurizio D’Alfonso, 44 anni, di professione geologo, costituirà un pool tecnico-amministrativo insieme con l’architetto Antonio Buccella, assessore all’Urbanistica ed il geometra Valter De Luca, assessore ai Lavori Pubblici.
Il nuovo componente dello staff riceverà la mattina d’ogni sabato i cittadini che abbiano problemi riguardanti terreni di proprietà, come smottamenti o frane.
«La presenza d’un geologo nella squadra dei miei più stretti collaboratori per me è di grande importanza, soprattutto alla luce dei drammatici fatti recenti ed attuali dovuti al dissesto idrogeologico del territorio, un fenomeno che non ha risparmiato neanche Scafa», spiega il sindaco.
Che aggiunge: «D’Alfonso darà anche voce agli abitanti della sua contrada, Decontra, dove, peraltro, ci sono questioni che abbiamo particolarmente a cuore come il Parco Lavino e la pista ciclabile. Approfitto della circostanza per rivolgergli gli auguri di buon lavoro e ringraziare Letizia De Stefanis per quanto ha fatto per noi».  Attualmente, lo staff del sindaco è formato da: Antonio Mancini e Valentino Gigante, l’uno e l’altro maresciallo dei Carabinieri in congedo, Tina Cavallaro, maestra elementare in pensione e, come già detto, Maurizio D’Alfonso.
Sempre nella seduta del 24 marzo, il Consiglio comunale ha approvato il Bilancio di previsione 2015. In proposito, dichiara Giancola: «Nel documento ci sono tre importanti capitoli di spesa. Uno per il pagamento dell’attività svolta dalla cooperativa Mani Tese, che gestisce i servizi sociali, da quando i Comuni di Scafa e Tocco da Casauria hanno rinunciato ad avvalersi, in questo settore, dell’azienda Majella-Morrone S.p.A. Un altro capitolo è per la digitalizzazione ed informatizzazione della scuola media. Un altro capitolo ancora è per il conferimento ad un tecnico dell’incarico di dotare l’ex asilo delle suore Clarisse, acquistato dal nostro Comune negli anni scorsi, d’una certificazione sulla vulnerabilità sismica, senza la quale non sarebbe possibile fare alcun progetto sull’edificio. Se vogliamo dirla tutta, il Comune avrebbe dovuto, a suo tempo, dotare l’ex asilo di questa certificazione prima di acquistarlo».