POLITICA

Alessandrini e Di Iacovo a pranzo alla mensa di via Scarfoglio: «nessun rincaro»

«L’unica cosa destinata ad aumentare del servizio è la qualità dei pasti»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1483

Alessandrini e Di Iacovo a pranzo alla mensa di via Scarfoglio: «nessun rincaro»


PESCARA. Nella giornata di ieri il sindaco Marco Alessandrini e l’assessore all’Istruzione Giovanni Di Iacovo hanno visitato la scuola primaria di via Scarfoglio e hanno pranzato con i ragazzi.
Si tratta di una iniziativa, spiegano da Palazzo di Città, nata sia per conoscere meglio e direttamente le problematiche delle scuole di competenza comunale, sia per migliorare servizi di importanza strategia che l’Ente eroga alla comunità, come la mensa.
«Visitare le scuole e mangiare presso le mense dove mangiano i nostri ragazzi è un percorso anche di conoscenza e di dialogo da subito intrapreso dall’amministrazione per rendere questa dimensione protagonista nelle politiche e nelle scelte che riguardano la scuola – sostiene l’assessore alla Pubblica Istruzione Giovanni Di Iacovo – Colgo l’occasione anche per precisare che l’Amministrazione sta cercando di migliorare il servizio mensa e che non risultano rispondenti al vero le notizie a mezzo stampa che parlano di un giro di vite sul costo dello stesso. Non solo non aumenteremo i costi, ma miglioreremo la qualità, attivando anche delle economie di scala».

Nei giorni scorsi è arrivata la determina, firmata dal nuovo dirigente responsabile delle Politiche Sociali del Comune di Pescara, che revoca il bando 2013/2017 per il servizio supporto refezione-mensa di tutti gli istituti comprensivi cittadini, comprese le scuole dell'infanzia comunali. I 5 Stelle avevano parlato di «vittoria» dopo le denunce sull’altissimo costo dei pasti per i bambini delle scuole pescaresi rispetto ad altri Comuni della Regione.
«Sin da quando ci siamo insediati», continua Di Iacovo, «abbiamo affrontato il problema della qualità del servizio. Un argomento che ci sta molto a cuore, tanto che uno dei primi risultati è stata la sigla di un protocollo d’intesa con la Coldiretti e l’associazione ISA che si occupa di cibo e salute, affinché gli ingredienti dei pasti fossero a filiera corta già dalle forniture del prossimo anno».

L’ultima novità, appunto, la delibera votata dalla Giunta la settimana scorsa che snellisce l’iter dell’appalto per il servizio e genera economie rilevanti che utilizzeremo proprio a favore della qualità. Si parla di un risparmio di almeno 500 mila euro.
«E’ un lavoro che arriva da lontano», sottolinea Di Iacovo, «reso possibile dall’impegno dell’Amministrazione, ma soprattutto dagli uffici che si sono attivati subito dopo il nostro insediamento. Siamo felici che i consiglieri del Movimento Cinque Stelle si sentano anch’essi interpreti di questo percorso che noi abbiamo aperto, invitandoli alla massima collaborazione, affinché nelle mense e per i ragazzi che ne usufruiscono, il cibo sia migliore e soddisfi anche le aspettative e i gusti dei piccoli utenti».