EX COLOSSI

Fallimento Edimo Spa, Pezzopane: «si rischia l’effetto domino»

Decisione del tribunale di Roma

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2748

Fallimento Edimo Spa, Pezzopane: «si rischia l’effetto domino»




L’AQUILA. Il tribunale di Roma ha dichiarato fallita la società Edimo Spa, una delle aziende del gruppo Edimo dell'Aquila, amministrata dall'imprenditore Antonello Taddei, uno dei tre figli di Carlo, patron del gruppo specializzato nelle grandi realizzazioni industriali.
Il provvedimento risale allo scorso 19 febbraio. Qualche settimana fa, la Edimo Spa aveva aperto la procedura di mobilità per 45 dei 115 dipendenti, iniziativa che rientrava nell'ambito dell'azione di ristrutturazione intrapresa dal gruppo per contrastare la crisi che da tempo attanaglia il comparto. Nelle altre società del gruppo Edimo lavorano circa 400 persone, in particolare dell'Aquilano.
Il Gruppo Edimo , fondato nel 1969, insieme al management, è impegnata in queste ore in febbrili riunioni per individuare la strategia e tutelare il futuro produttivo ed occupazionale di una realtà molto importante per l’intero territorio che ha ricevuto il primo grande appalto per la ricostruzione nei giorni immediatamente successivi al sisma del 2009, quando si chiedeva di far lavorare le aziende abruzzesi.

In seguito le imprese del gruppo si sono occupate di numerosissimi aspetti della ricostruzione aquilana con una serie di puntate all’estero e investimenti che facevano ben sperare.

«Sono disponibile, come sempre, a partecipare a tavoli istituzionali per fare il punto sulla situazione della Edimo Spa e per tutelare il futuro lavorativo di 112 famiglie», annuncia intanto la senatrice Stefania Pezzopane che condivide l'appello delle organizzazioni sindacali e si rammarica di non aver mai ricevuto prima sollecitazioni in merito alla gravità della situazione, se non attraverso dei contatti personali e privati con lavoratori, che negli ultimi tempi avevano manifestato una certa preoccupazione.
«E' quindi urgente un vertice istituzionale con azienda e sindacati», sottolinea Pezzopane, «per capire se ci sono possibilita' sia sugli ammortizzatori sociali, sia per soluzioni occupazionali».
Il precipitarsi degli eventi nelle ultimissime ore, in cui si è deciso di mettere in liquidazione l'azienda, già in sofferenza è una doccia fredda per il territorio.
«E' un segnale davvero preoccupante», sottolinea Pezzopane, «che una delle aziende del gruppo Edimo, che si sta occupando della ricostruzione post sisma a L'Aquila, settore in crescita, abbia delle difficoltà così macroscopiche da dover dichiarare il fallimento. Non solo sono a rischio le vite di 112 famiglie, ma l'effetto domino sull'indotto può avere ripercussioni ancora più pesanti per l'economia dell'intero territorio».
«La crisi che ha investito la Edimo Spa deve essere in cima alle preoccupazioni anche della Regione Abruzzo. Convocherò oggi un tavolo con azienda e sindacati da tenere nei prossimi giorni», annuncia intanto l'ex parlamentare del Pd Giovanni Lolli, vice presidente della Giunta regionale e assessore con delega alle Attività produttive e crisi.