LA GIORNATA DI EMERGENZA

Maltempo, piove senza tregua in Abruzzo: allarme esondazione fiumi

Molte le situazioni a rischio. Preoccupa la situazione di Villa Celiera dove la frana avanza ancora

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

13622

Maltempo, piove senza tregua in Abruzzo: allarme esondazione fiumi



ABRUZZO. Fiumi oltre il livello di guardia, alcuni sono già straripati e hanno allagato le aree circostanti.
Si è rivelato fondato l’allarme lanciato ieri sera dalla Protezione civile che aveva spiegato come i livelli idrometrici dei fiumi delle province di Teramo, Pescara e Chieti erano in graduale aumento verso le soglie di criticità.
Per ora si segnalano situazioni di allarme prossime all’esondazione in provincia di Teramo dove preoccupa il fiume Tordino, a Pescara dove il Comune ha chiuso le aree adiacenti le sponde nei pressi della foce mentre si segnalano anche numerose zone dove il Pescara sarebbe già esondato lungo il suo percorso. Esondato in alcuni punti anche il fiume Foro allagando le campagne circostanti tra Francavilla e Miglianico.

A Pescara, chiuse al transito le golene nord e sud. Alle 4.30 sono infatti entrati in funzione i semafori che con il rosso hanno segnalato il pericolo per l'ingrossamento del fiume Pescara. Come riferito dall'Amministrazione Comunale, il livello è al limite. Nella notte c’è stato un primo straripamento proprio nelle aree golenali ma poi il livello è rientrato. In mattinata il fiume lambiva il limite degli argini.
Sempre a causa pioggia, problemi per allagamenti si registrano in viale Marconi, da via Mazzarino fino all'incrocio con viale Pineta; via d'Avalos e via Pepe, nel quartiere S.Donato e nella zona di via Tirino. Diverse le chiamate giunte al centralino del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.
Ci sono problemi nella zona di via Tirino, con alcune strade allagate, e il Comune parla di «criticita'» in via Musone e via San Donato dove, «non sono mai stati fatti interventi».
A via Colle Renazzo, malgrado la pioggia intensa, «l'acqua e' defluita e il lavoro eseguito ha prodotto risultati», spiega il vice sindaco con delega ai Lavori Pubblici Enzo Del Vecchio.

A Chieti invece molti smottamenti hanno interessato  Strada Belvedere, Strada Storta, Strada per Casalincontrada, Strada Licini, Strada per Popoli (Provincia), Strada Madonna della Vittoria (Provincia), Traversa via San Camillo de Lellis, Theate Center, muro di contenimento dietro la biblioteca- e allagamenti ed infiltrazioni - allagamento locali Scuola Sant’Andrea, infiltrazioni ufficio urbanistica Comune di Chieti, infiltrazioni delegazione comunale piazza Carafa.
Il primo cittadino Umberto Di Primio ha inviato missive a Prefettura, Regione e Provincia di Chieti per chiedere il monitoraggio e la valutazione dei danni.

Ad Atri un fronte di 150 metri di terra sta franando in via Michetti  nella zona dell'ospedale. A causa delle abbondanti piogge la zona in collina e' a rischio smottamento e per questo sul posto ci sono i vigili del fuoco. Una famiglia e' a rischio evacuazione. Sul luogo e' arrivato anche il sindaco di Atri, Gabriele Astolfi per le verifiche del caso.

SITUAZIONE AGGIORNATA VIABILITA’ PROVINCIA DI TERAMO
area Val Vibrata val Tordino.
Sp n. 61B Campiglio/Masseri (Campli) – frana di valle con cedimento del piano stradale;
Sp 1C S. Egidio Tronto – frana di monte, traffico unica corsia;
Sp 1F Torano tronto – frana di valle con cedimento del piano stradale, traffico unica corsia.
 area Gran Sasso Laga.
Sp 45B di Alvi Km.ca 2+900 – frana di monte in movimento. Apertura al traffico con monitoraggio continuo dalle ore 7 alle 20 e chiusura dalle 20 alle 7.
Sp 49 di Valle Castellana presso bivio Coronella – frana di monte e di valle, transito unica corsia.
Sp 49D di Pietralta (Valle castellana- Ceppo) – cedimento di valle, transito unica corsia.
Sp 50 di Ioanella prossimità bivio Poggiovalle - frana di valle con cedimento del piano stradale , transito unica corsia.
 
Isola de Gran Sasso/Bisenti.
Sp 36 Di Colledoro (Castelli) - frana di valle con cedimento del piano stradale , transito unica corsia.
Sp 37A di Poggio delle Rose – frana di monte con transito impedito, in attuale rimozione.
Sp 19 A diMiano tratto abitato/SS 150 – frana, transito unica corsia.
 Notaresco/Atri
Sp 553 di Atri tratto variante abitato – frana di valle con cedimento del piano stradale , transito unica corsia.
Sp 77 del Cagno prossimità del ponticello fosso Casoli (Atri) – tracimazione fosso con allagamento. Attualmente il livello di piena è in alveo.
Presenza di canali di erosione nel piano stradale a macadam.
Sp 27 Stampallone (Atri) - allagamento sottopasso autostradale, transito unica corsia.
Sp 30 Tre Ciminiere zona Colle San Giovanni (Atri) – frana di valle con cedimento del piano stradale , transito unica corsia .

Una frana ostruisce ancora la transitabilità sulla Arsita-Colle Mesole (S.P. 34D).La Provincia di Teramo ha avviato le operazioni per il ripristino della viabilità

Tra Chieti e Pescara l'Anas, sul raccordo autostradale Chieti-Pescara, ha chiuso lo svincolo "Fater", al km 13,700, in entrambe le direzioni.

A Montesilvano Polizia locale, vigili del fuoco e operai del Comune di Montesilvano sono al lavoro da questa mattina per risolvere le criticita' dovute ai notevoli allagamenti che hanno interessato le zone di Villa Verrocchio e Villa Canonico. Le maggiori difficolta' sono state registrate in via L'Aquila, via Piemonte, via Lanciano, via Umbria, via Maremma e via Calabria. Sono stati chiusi i sottopassi di viale Europa e via De Gasperi. Transennate anche alcune buche importanti sulle strade che sono state prodotte dalle intense precipitazioni.


Uno smottamento a ridosso della strada provinciale per Roccamontepiano, a Serramonacesca, nel pescarese, ha provocato la rottura di un tubo del gas e parte del paese è rimasta senza fornitura. Il terreno che ha ceduto ha in parte invaso la carreggiata, ma non si sono registrati problemi dal punto di vista della viabilità. In tutta la Val Pescara sotto controllo i fiumi: l'Orta, come già avvenuto ieri, è in parte esondato in alcune aree di campagna; il Pescara e il Tirino fanno registrare lievi fuoriuscite, sempre in aree di campagna, e in alcuni tratti sono al limite.
Il fiume Pescara è esondato in più punti anche nel chietino, nella zona del centro commerciale Megalò, e a Cepagatti (Pescara), dove l'acqua ha raggiunto alcune strade ed è stata disposta la chiusura di una stazione di rifornimento di metano.
Sempre a Cepagatti è uscito dagli argini il torrente Nora che ha raggiunto la sede stradale, costringendo alla chiusura di un ponte invaso dall'acqua. Altre strade sono state chiuse nella zona di Vallemare di Cepagatti.



Pubblicazione di Giuseppe Di Giovanni.

A Francavilla ieri pomeriggio intorno alle 17.30 alle spalle della Chiesa di Santa Liberata è caduto un albero che si è spezzato alla radice cadendo sulle auto parcheggiate. Un'auto transitava proprio in quel momento e si è salvata per miracolo. I vigili del fuoco intervenuti con una gru hanno rimosso l'albero in due ore. Restano danni ingenti per almeno due autovetture ed il pericolo scampato per conseguenze più gravi.
I residenti lamentano la scarsa manutenzione del verde che può portare a queste conseguenze.
Ulteriori segnalazioni parlano invece di fiumi non sgomberati da tronchi e detriti dalle scorse piene e alluvioni che avrebbero reso le condizioni dei fiumi attuali molto più grave. Con l'innalzamento del livello delle acque i vecchi detriti formano veri e propri tappi, specie nei  pressi dei cavalcavia, potendo sollecitare oltremodo le strutture dei ponti.

Anche per questo c'è preoccupazione per l'Alento che è esondato in diversi punti e sta lambendo il ponte poco prima della foce e per il fiume Foro straripato in più punti ha allagato per diverse centinaia di metri campagne e capannoni industriali della zona. Chiusi diversi sottopassi allagati.

Nella zona di Ortona sono stati messi in salvo degli animali che erano ricoverati in alcune stalle lungo l’argine del fiume Foro, mentre restano isolate tre famiglie e in una di queste vive una anziana diabetica che ha necessità costante di farmaci e della rilevazione di alcuni parametri vitali. La Croce Rossa ha raggiunto a piedi, attraverso le campagne inondate, la signora che è stata visitata e che sta bene e nelle prossime ore si occuperà di fornirle i farmaci e le cure di cui ha bisogno.
Sommersi da oltre un metro d’acqua i terreni lungo l’argine del fiume, mentre le altre abitazioni della zona sono raggiungibili dalla strada comunale.
Il monitoraggio dei fiumi comunali, Arielli, Foro e Moro è stato avviato ieri pomeriggio alle ore 18.00 dalla protezione Civile che ha lanciato l’allarme sull’innalzamento pericoloso del livello del Foro alle ore 01.00 di questa notte.

Il Comune di Spoltore ha istituito il C.O.C. (Centro Operativo Comunale) presso la sede di Palazzo di Città.
Intanto è in corso l'operazione di sgombero delle vie e aree soggette a rischio allagamenti (Via Arno, Via Mincio, Via Livenza e Viale Abruzzo) dalle autovetture parcheggiate.

A Bolognano (Pescara) il fiume Orta all'altezza della confluenza con il Pescara è esondato per un breve tratto, comunque senza provocare danni.
Preoccupante è la situazione a Villa Celiera dove sono state già evacuate 40 famiglie nei giorni scorsi per una frana che non si è fermata  e con le abbondanti piogge di queste ultime ore la situazione peggiorerà sensibilmente.    

Sulla strada statale 650 “di Fondo Valle Trigno”, in provincia di Chieti, è provvisoriamente chiuso al traffico lo svincolo di Lentella, in entrata e in uscita, al km 69, in provincia di Chieti per un sottopasso completamente allagato.

 Il Centro Funzionale della Protezione civile intanto raccomanda di «mettere in atto tutte le azioni previste nel Piano Comunale di Emergenza».
 In particolare si chiede di attuare servizi di monitoraggio su aree esposte a rischio di allagamenti e/o a fenomeni gravitativi sia lungo le aste fluviali sia lungo il reticolo idrografico minore, anche attraverso il presidio territoriale.
Il bollettino di criticità idrogeologica regionale per oggi parla di «criticità moderata», cioè codice arancione, per rischio idraulico diffuso «su bacini Tordino Vomano, bacino del Pescara, bacino basso del Sangro, di codice arancione per rischio idrogeologico localizzato su bacino dell'Aterno e bacino alto del Sangro e di criticità ordinaria, codice giallo, per rischio idrogeologico localizzato sulla Marsica».

NUOVA FRANA A VILLA CELIERA

E nella giornata di ieri si è registrata una nuova frana a Villa Celiera, già interessata nelle scorse settimane da un vasto movimento franoso che ha costretto oltre 40 persone a lasciare casa, in contrada Vagnola. Il nuovo smottamento si è verificato in contrada Santa Maria. Terra e detriti hanno invaso una strada comunale, mentre un tratto della carreggiata ha ceduto. La frana ha provocato la rottura di un tubo e le poche abitazioni presenti in zona sono senz'acqua già da ieri sera; i tecnici dell'Azienda comprensoriale acquedottistica (Aca), se le condizioni meteorologiche lo consentiranno, effettueranno gli interventi di riparazione nella giornata di oggi. Difficili gli spostamenti per gli abitanti della zona, anche se al momento non risultano edifici isolati, in quanto nell'area è presente una strada secondaria. «E' venuto giù l'intero alveo di un torrente - spiega il sindaco, Oreste Di Lorenzo - Il fronte dello smottamento è di circa duecento metri per una decina di metri. Al momento non c'è pericolo immediato per le abitazioni, ma monitoreremo costantemente l'evolversi della situazione. Solo in un caso c'è un garage in cui abbiamo riscontrato infiltrazioni. Purtroppo - conclude il primo cittadino - con questo maltempo stiamo registrando piccoli smottamenti in diverse zone del territorio comunale».

LE PREVISIONI
Secondo le previsioni di Abruzzometeo.org la nostra Penisola continua ad essere interessata dalla presenza di un minimo depressionario posizionato sulle regioni meridionali che, nel corso delle prossime ore, continuerà lentamente a spostarsi verso levante, favorendo una certa persistenza dei fenomeni su molte regioni, tra le quali Marche e Abruzzo dove, nelle prossime ore, sono attese ancora rovesci diffusi e persistenti, in particolar modo sul settore orientale e sulla Valle Peligna. Precipitazioni che, occasionalmente, potranno risultare anche di forte intensità, soprattutto sulle zone pedemontane e collinari, mentre la neve cadrà al disopra dei 1000-1100 metri.
In Abruzzo si prevedono condizioni iniziali di cielo molto nuvoloso o coperto con precipitazioni diffuse, generalmente di moderata o forte intensità, occasionalmente a carattere temporalesco, persistenti sul settore orientale e sulla Valle Peligna, nevose sui
rilievi al disopra dei 1000 metri. Da stasera-notte è atteso un lento miglioramento delle condizioni atmosferiche anche se permarranno condizioni di instabilità, specie sul settore orientale.
Temperature: Stazionarie o in lieve diminuzione nei valori massimi.
Venti: Moderati dai quadranti nord-orientali, specie lungo la fascia
costiera.
Mare: Molto mosso o agitato.

 ***VIABILITA' IN TEMPO REALE SU A24 E A25

*** VIABILITA' IN TEMPO REALE SULLE AUTOSTRADE

*** VIABILITA' IN TEMPO REALE SULLE STRADE

*** LA SITUAZIONE SULLE STRADE ANAS



ORTONA - www.meteotorre.it


CAMPO IMPERATORE -GRAN SASSO

PASSOLANCIANO


OVINDOLI-MONTE MAGNOLIA
SAN SALVO


 FARA SAN MARTINO - www.dilullo.it

FOSSACESIA -  www.feolacomputerservice.it

              
VILLALAGO - 

ALBA ADRIATICA - www.lapinetina.it


ALFEDENA - www.comune.alfedena.aq.it

CAMPO DI GIOVE - www.abruzzometeo.it


PESCARA

CAPESTRANO - www.comunedicapestrano.it


CAPPADOCIA - www.cappadociaweb.it

PESCASSEROLI -www.pescasserolionline.it


PESCOCOSTANZO - www.pesconline.it
RIVISONDOLI - www.comune.rivisondoli.aq.it

ROCCA DI MEZZO - www.unirest.it



ROSETO -www.camping.it

TORREVECCHIA TEATINA - www.torrevecchiameteo.it


PESCARA - www.pescarameteo.it

CAPESTRANO 

 
PESCARA - www.pescarameteo.net

TORREVECCHIA (CH) - www.meteotorre.it


PINETO

Majella - www.pescarameteo.net


Torrevecchia - www.meteotorre.it