IL MISTERO

Medico di Celano picchiato a sangue in casa: è in coma

L’uomo vive da solo a Roma. Indagini non escludono nessuna pista

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2525

Medico di Celano picchiato a sangue in casa: è in coma

ROMA. Un uomo di 64 anni, A.P. di 64 anni di Celano (L’Aquila) è stato aggredito martedì sera nel suo appartamento del quartiere Esquilino a Roma.
Quando è stato soccorso aveva segni di percosse sul corpo e il volto tumefatto. L’uomo, docente universitario e professionista stimato nel campo della medicina, è stato trasportato in ospedale in gravi condizioni e ricoverato in rianimazione dopo un delicato intervento chirurgico.
A trovarlo senza sensi martedì sera è stato un amico con cui la vittima aveva appuntamento per cena. Non vedendolo arrivare è andato a casa sua, ha provato a suonare al citofono ma non ricevendo risposta è entrato in casa con una copia delle chiavi ed ha trovato il 64enne agonizzante in una pozza di sangue. Così, intorno alle 20.30, ha dato l’allarme al 113.
L’uomo è stato trasportato d’urgenza dal 118 all’ospedale San Giovanni e sottoposto ad un delicato intervento chirurgico alla testa per un grosso ematoma ed è tuttora ricoverato in coma farmacologico.
Sul possibile movente gli investigatori non escludono alcuna pista, dalla rapina finita male all'aggressione a sfondo omofobo vista l'attività del medico nelle battaglie per il riconoscimento dei diritti degli omosessuali. Le indagini proseguono quindi a tutto campo.
L'appartamento di via Leopardi, dove il professore vive da solo, è stato trovato completamente a soqquadro: aperti i cassetti, armadi, l'uomo è stato colpito con una violenza inaudita alla testa e più volte al torace. Quindi potrebbe essersi trattato di una lite per motivi passionali oppure di una rapina finita male.