NEVE APPARENTE

Sindaco di Silvi chiude tutte le scuole per la neve ma… la neve non c’è

«Decisione palesemente sbagliata»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2871

Sindaco di Silvi chiude tutte le scuole per la neve ma… la neve non c’è




SILVI. Il sindaco e l’assessore all’Istruzione con una ordinanza lunedì hanno sospeso il servizio scuolabus e chiuso tutte le scuole di Silvi per la neve. Ma a Silvi la neve non si è vista.
L’ordinanza è stata firmata domenica, sulla scorta dell'allerta neve diramata dalla Protezione Civile alla luce delle previsioni meteo che non escludevano precipitazioni nevose anche a basse quote sul territorio comunale, per la perturbazione in arrivo dai Balcani. Così è scritto a chiare lettere nel documento firmato dal sindaco Francesco Comignani.
Allarmato dalle previsioni del tempo e nella convinzione che fosse meglio disporre la chiusura con largo anticipo piuttosto che il lunedì mattina, a ridosso dell’apertura dei cancelli, il primo cittadino ha così decretato la sospensione dell’attività didattica. Sospensione ribadita in una seconda ordinanza, firmata il lunedì mattina, ma solo per rettificare un dettaglio errato del documento precedente e non inerente la mancanza di neve quanto piuttosto un indirizzo al quale notificare l’ordinanza di chiusura.
Così, alla fine dei conti, la scelta non si è rivelata azzeccata perché i fiocchi bianchi non si sono visti.
Per questo protesta il neo presidente del Movimento civico Silvi Bellissima, Gianni Mazza: «è stata una decisione assolutamente inopportuna. Che la valutazione di sindaco e assessore sia stata sbagliata, lo conferma anche il fatto che nessuno dei comuni vicini a Silvi, lungo la costa e nell’interno, ha ordinato la chiusura delle scuole, neppure il comune di Atri».
«L’assessore Marinelli ha dimostrato ancora una volta, dopo la questione degli scuolabus che hanno circolato con la revisione scaduta – continua Mazza - la sua incapacità a gestire situazioni delicate che riguardano la regolarità e la sicurezza del servizio scolastico. Il vero problema è che gli scuolabus che trasportano i nostri bambini ad oggi circolano senza pneumatici invernali e ciò è inconcepibile vista la presenza di zone collinari nel territorio comunale. Stando così le cose - conclude Mazza - la sicurezza è sempre a rischio anche con pochi centimetri di neve e con il ghiaccio».