MALTEMPO

Abruzzo. Il maltempo frena la regione che frana: disagi per la viabilità

Attenzione alta sui fiume sempre più impetuosi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1990

Abruzzo. Il maltempo frena la regione che frana: disagi per la viabilità


ABRUZZO. Il maltempo porta con sé danni e disagi. Molte le frane di piccola entità segnalate. La più importante a Villa Celiera dove sono state sgomberate anche alcune famiglie.
Ad Ovindoli gli studenti marsicani hanno avuto non pochi problemi in quanto le strade statali non erano transitabili. La neve ha bloccato la strada che collega il paese con il resto della Marsica.
L'Arpa delle 7:10 non ha potuto svolgere la propria corsa mattutina che porta studenti e lavoratori nei centri più grandi.
L'Anas ha poi comunicato che il traffico sulla strada statale 696 "del Parco regionale Sirente-Velino" è provvisoriamente bloccato dal km 35,000 al km 39,000 a Ovindoli (L'Aquila) per la caduta di alcuni alberi sul piano viabile. Il personale dell'Anas è presente sul posto per ripristinare la circolazione il prima possibile. 

Verso le 14 la strada è poi stata riaperta.
L'Ufficio di Protezione civile del Comune dell'Aquila ha invece diffuso un avviso di criticita' regionale. In base a questo avviso, da oggi e per le successive 24-36 ore, e' previsto "Codice arancione (criticita' moderata) per rischio idrogeologico localizzato sulle zone di allerta ABRU-B (Bacino dell'Aterno), ABRU-D1 (Bacino Alto del Sangro), ABRU-E (Marsica)". L'Ufficio comunale di Protezione civile precisa che i fiumi del territorio aquilano sono sotto osservazione e che, in caso di aumento della criticita', potrebbero essere presi dei provvedimenti sulla circolazione stradale.
E' invece ripresa alle 8 e sta tornando alla normalità la circolazione sulla linea ferroviaria Campobasso-Vairano, sospesa dalle 5.50 per un albero caduto sui binari vicino alla stazione di Bojano. Le squadre di emergenza di Rfi hanno rimosso l'albero e svolto verifiche per ripristinare la linea. Coinvolti 7 treni regionali: 3 hanno subito rallentamenti fino a due ore, due sono stati limitati nel percorso, due cancellati. Trenitalia ha attivato un servizio di bus sostitutivi tra Bojano e Cantalupo.
In molte altre zone per il maltempo ed il fondo stradale allagato o reso viscido dal fango si sono formate code e rallentamenti.

FIUMI SEMPRE PIU’ IMPETUOSI
Superato il livello di preallarme per il fiume Pescara e per il fiume Aterno: lo rende noto il Centro funzionale d'Abruzzo della Protezione civile che ha inviato un'informativa alle amministrazioni comunali interessate, raccomandando ai sindaci dei Comuni interessati, «stante il perdurare del maltempo e considerata la costante crescita del livello dei fiumi verso soglie di criticità», di mettere in atto le azioni previste nel Piano comunale di emergenza. I Comuni interessati sono quelli che ricadono nelle due zone di allerta denominate 'Bacino del Pescara' (Abru-C) e 'Bacino dell'Aternò (Abru-B).
La Protezione civile raccomanda di «attuare servizi di monitoraggio su aree esposte a rischio di allagamenti e/o a fenomeni gravitativi anche attraverso il presidio territoriale e a mettere in atto le azioni previste dal Piano di Emergenza Comunale con particolare riferimento all'informazione della popolazione potenzialmente a rischio».
 I Comuni sono inoltre invitati a «mettere in atto tutte le attività necessarie alla mitigazione del rischio; prestare particolare attenzione a sottopassaggi pedonali e veicolari; mettere in atto, in particolare nelle zone costiere, tutte le attività di verifica delle strutture esposte al vento forte, di quelle esposte ad eventuali mareggiate e ad allagamenti e di mettere in atto tutte le azioni di mitigazione del rischio idraulico».

VENTO A 100 ALL’ORA
Vento forte per tutta la notte sull'Abruzzo, con raffiche che hanno sfiorato i 100 km orari e nel pomeriggio potranno raggiungere i 120. Numerosi gli interventi dei Vigili del Fuoco a Pescara e provincia per rimuovere alberi e rami caduti e cartelloni pubblicitari divelti. All'Aquila chiusa per il forte vento la funivia per Campo Imperatore (L'Aquila) dove sono chiuse tutte le piste, sulle quali si sta accumulando neve fresca, fattore che le rende comunque impraticabili visto lo strato preesistente.

SCUOLE CHIUSE A L’AQUILA

Il sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente, ha disposto per domani la sospensione delle attivita' didattiche di tutte le scuole di ogni ordine e grado, causa neve. Le previsioni meteorologiche indicano, nelle prossime ore, un brusco abbassamento delle temperature con forti gelate e nuove precipitazioni nevose nella mattinata di domani.