L'INIZIATIVA

Buche, rifiuti e barriere architettoniche, M5S Teramo lancia il sito per le segnalazioni

Nei mesi scorsi il Consiglio comunale aveva bocciato la mozione

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2269

Buche, rifiuti e barriere architettoniche, M5S Teramo lancia il sito per le segnalazioni




TERAMO. Il Movimento 5 Stelle di Teramo ha presentato la piattaforma “Segnala per TE”, un progetto per favorire la partecipazione dei cittadini all’amministrazione della città.
A settembre i grillini avevano presentato in Consiglio un ordine del giorno per l’adesione al progetto Decoro Urbano, una piattaforma on line totalmente gratuita per consentire ai cittadini di segnalare all’Amministrazione tutti i disagi e darle modo di attivarsi in maniera rapida e risolvere la questione.
Ma la mozione è stata bocciata e i 5 Stelle hanno deciso di creare loro questa piattaforma.
In pratica se si accede al sito web del Movimento 5 Stelle (www.m5steramo.com), si clicca sul pulsante “Segnala per TE”, compare immediatamente la cartina di Teramo in cui vengono geolocalizzate le segnalazioni anonime del cittadino con il commento e la eventuale foto del luogo. Tutti i dati raccolti potranno servire per favorire un rapiDo intervento sia delle autorità competenti e sia dei cittadini volenterosi. Con tale strumento i cittadini potranno segnalare (mandando una mail a Movimento5stelleteramo@gmail.com o commentando direttamente sul web sotto alla cartina) problemi relativi alla gestione Te.Am.; abbandono di rifiuti; atti di vandalismo; randagismo; pericoli stradali, barriere architettoniche.
«Abbiamo raccolto alcune segnalazioni relative alla raccolta differenziata in questi ultimi giorni», spiega Fabio Berardini, «ed il risultato è stato sconcertante: decine di segnalazioni sui ritardi nella raccolta differenziata e foto di una città invasa dai rifiuti. I commenti che si registrano sono quelli di cittadini stufi di pagare una Tariffa sui rifiuti troppo alta rispetto al servizio che viene effettuato e molti si chiedono: come mai la Te.Am. in alcune zone non ha raccolto addirittura per 7 giorni? Aveva le dotazioni invernali per i mezzi? Abbiamo capito perché il sindaco Brucchi ha bocciato la nostra mozione l’8 Settembre scorso: perché non voleva far vedere ai cittadini le condizioni in cui versa la nostra città, cercando di nascondere le cose sotto il tappeto».