LA NOVITA'

Valvole termostatiche obbligatorie, multe per chi non le installa sui termosifoni

Sanzioni fino a 2.500 euro per chi non si adegua

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

10935

Valvole termostatiche obbligatorie, multe per chi non le installa sui termosifoni

ROMA. Entro il 31 dicembre del 2016, stando a quanto recita il decreto che recepisce la direttiva Ue sulla efficienza energetica, tutti gli italiani che risiedono in condomini con riscaldamento centralizzato dovranno installare su ciascun termosifone del proprio appartamento le valvole termostatiche con i contabilizzatori di calore. In pratica delle valvole che avranno il compito di regolare la temperatura delle stanze in cui sono istallate.
Una soluzione che consentirà di conseguire risparmi in bolletta ma l’installazione avrà dei costi piuttosto alti. Inoltre chi non si adeguerà incapperà in una sanzione amministrativa compresa tra i 500 e i 2500 euro, a seconda delle disposizioni adottate dalle singole regioni. Ma mettersi in regola non sarà poi così economico. In arrivo, dunque, un nuovo salasso.
«L'uso di contatori o contabilizzatori di calore individuali per misurare il consumo individuale», si legge nella direttiva europea, «comporta benefici se i clienti finali dispongono di un mezzo per controllare il proprio consumo individuale. Pertanto, il loro uso ha un senso solo negli edifici in cui i radiatori sono attrezzati di valvole termostatiche».
Ma quanto costerà? Secondo una simulazione Sif Italia per il Sole 24 ore, a Milano per un appartamento di 80 mq dotato di 6 caloriferi vengono stimati circa 1.055 euro di spesa per installare le valvole termostatiche, compresi i costi per adeguare le pompe di circolazione dell'impianto condominiale da portata fissa a variabile.
Al netto della detrazione fiscale del 50% (che può arrivare al 65%, solo se l'intervento avviene insieme ad altri di risparmio energetico), a carico del singolo appartamento si calcolano costi annui pari a circa 146 euro tra spese di gestione, lettura e i costi di installazione "spalmati" su sei anni (pari alla vita media di una valvola).
Con queste premesse, stimando una riduzione media della temperatura interna di un grado (rispetto ai 20° previsti negli ambienti interni dal DPR 412/93) per effetto della termoregolazione, si otterrebbe un risparmio annuo del 7%: si tratta di circa 84 euro su una spesa annua media di 1.200 euro per il riscaldamento, una cifra che copre solamente la metà dei costi.
«Insieme alle valvole è necessario provvedere all'adeguamento delle tabelle di ripartizione, calcolando dei coeficienti di adattamento, per ovviare alla criticità di alloggi "sfavoriti" situati sopra le cantine o esposti a nord - afferma Luca Ruffino, amministratore di Sif Italia -. Altrimenti ne trarrà beneficio solo chi sta sempre fuori casa o gli appartamenti sfitti, sempre più numerosi in città, che impostano le valvole a zero, di fatto obbligando i vicini ad alzare la temperatura».