TASSE

Tari Introdacqua, «per le utenze commerciali le tariffe più alte d’Italia»

La minoranza contesta le aliquote applicate

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3037

Tari Introdacqua, «per le utenze commerciali le tariffe più alte d’Italia»

INTRODACQUA. Minoranza in fermento nel Comune di Introdacqua.
Ad innescare le polemiche ed a far muovere con tale vigore la minoranza, è l’aumento «spropositato» della Tari - la tassa sui rifiuti - per le utenze commerciali.
«Ad Introdacqua, con immenso rammarico, comunichiamo che per la Tari le utenze commerciali saranno costrette a pagare cifre spropositatamente elevate e questo grazie agli Amministratori», dice in una nota il Gruppo di Minoranza “Uniti per Introdacqua”.
L’opposizione ha provato anche a mettere a confronto le cifre: se ad Introdacqua un ristorante-pizzeria pagherà 88,2 euro al metro quadro, a Roma, invece pagherà solo la metà, 43,8 euro. Non va meglio a bar e pasticcerie che si troveranno a pagare nel comune abruzzese 67,4 euro al metro quadro a differenza dei bar romani che dovranno versare ‘solo’ 38,8 euro. Prezzo elevatissimo anche per ortofrutta, negozi di fiori e piante: nel comune abruzzese dovranno pagare 115,9 euro al metro quadro contro i 53 euro dei negozi romani. 

«Siamo d’accordo», continua la minoranza, «a non aumentare la pressione fiscale ai privati, ma sovraccaricando le poche utenze non domestiche presenti sul territorio, non si favorisce in alcun modo occupazione e sviluppo e, di fatto, si “distruggono” le esigue attività commerciali esistenti».
Continua l’opposizione: «siamo stufi di sentire le solite parole di circostanza proferite da questa Maggioranza ‘Sono tasse imposte dallo Stato’ come banalmente si cerca di spiegare. La tariffa è determinata dal Comune, anche in relazione al piano finanziario, altrimenti non si spiegherebbe perché in altri Comuni - della Valle Peligna e non - si applicano tariffe estremamente più basse, basta semplicemente vedere il prospetto delle tariffe si seguito e fare le proprie considerazioni».
La minoranza assicura che «l’atteggiamento propositivo sempre dimostrato dal Gruppo “Uniti per Introdacqua”, indubbiamente corretto e leale, finalizzato esclusivamente ad una buona azione amministrativa, continuerà con spirito costruttivo, nell’interesse di tutta la cittadinanza».