LA POLEMICA

Edilizia convenzionata Teramo, accordo tra Comune e ditta ma i cittadini pagano più del dovuto

M5S pronti a presentare un esposto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2752

TERAMO




TERAMO. Il Movimento 5 Stelle Teramo denuncia la vicenda della Cooperativa CCI Casa, presidente Corrado De Iuliis. Questa cooperativa ha sottoscritto nel lontano 1999 una Convenzione con il Comune di Teramo, tutt’ora vigente, con la quale viene autorizzata a costruire, in zona PEEP di San Nicolò, alcune abitazioni in edilizia convenzionata.
Il Comune, da una parte dava la possibilità a questa cooperativa di non versare gli oneri di Bucalossi (10/77) che ammontavano a circa 400.000/500.000 euro, ma dall’altra parte aveva imposto che tali abitazioni fossero affidate ai soci ad un prezzo calmierato: circa 80.000 ad appartamento.
«Molte famiglie», denuncia il consigliere comunale Fabio Berardini, «essendo venute a conoscenza dell’esistenza di questa convenzione solamente dopo aver versato i soldi, si lamentano del fatto che questa cooperativa, presieduta dall’ex consigliere della Teramo Ambiente, abbia assegnato ad un prezzo più alto di quello pattuito con il Comune. Alcuni di questi cittadini, avendo pagato circa 15.000/20.000 euro più del dovuto, hanno fatto numerose segnalazioni agli uffici comunali competenti ed hanno anche depositato un esposto in Procura». 

«Il Comune», continua Berardini, «infischiandosene altamente di queste famiglie, non ha mai risposto alle segnalazioni ma la Procura sì. E’ stato accertato che queste persone dovevano pagare molto meno ma il presunto reato di truffa si sarebbe estinto per intervenuta prescrizione».
Dopo una interrogazione del Movimento 5 Stelle in Consiglio Comunale, il responsabile Gianni Cimini ha fornito una risposta che i pentastellati ritengono però «evasiva»: «non ha minimamente detto perché il Comune non si sia mai mosso per controllare se detta cooperativa avesse rispettato i prezzi pattuiti. In questo modo stiamo firmando una cambiale in bianco alla CCI Casa. Perché? Cose c’è sotto?»
Il Movimento 5 Stelle chiederà un incontro al responsabile del Settore per accertarsi di persona di eventuali omissioni sul controllo di questa convenzione: «siamo pronti a sottoscrivere un’ulteriore esposto, per accertare eventuali responsabilità penali, per gli atti di assegnazione posti in essere dalla cooperativa CCI Casa nel 2013 nonché un esposto alla Corte dei Conti per danno erariale».