L'INCIDENTE

Incidente durante safari in Kenya, morta donna vastese

Era a bordo di una jeep insieme al compagno e altri 4 italiani

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6248

Incidente durante safari in Kenya, morta donna vastese

Giulia Grifone




MALINDI. Tragedia in Kenya nel corso di un safari. Giulia Grifone, 46 anni, originaria di Montenero di Bisaccia ma residente da anni a Vasto, ha perso la vita ieri mattina in un tragico incidente stradale nel Paese africano.
La donna si trovava in Africa da alcuni giorni: era partita insieme al suo fidanzato Davide Giuseppe Ianigro anche lui a bordo della jeep al momento dell’incidente e altri 4 connazionali. Secondo alcune ricostruzioni ieri mattina la sveglia della coppia non era suonata e Giulia e il compagno avrebbero perso la partenza se un assistente del villaggio non li avesse avvertiti in tempo.
Secondo quanto riporta il sito Malindikenya.net l’incidente si sarebbe verificato dentro il Parco Nazionale che dista circa 100 km da Malindi.
La donna viaggiava su un fuoristrada di una rinomata compagnia di safari locale che collabora con un villaggio turistico di Watamu. Per evitare un'antilope kongoni che aveva tagliato loro la strada, l'autista del Land Cruiser ha frenato di colpo ma la strada sterrata, resa fangosa dalla pioggia, si è trasformata in un insidia benchè la velocità del mezzo non fosse affatto alta. Così l'automobile si è capottata, non riportando peraltro danni importanti. Purtroppo la donna in quel momento era in piedi sul mezzo, e la sua testa sporgeva dal tettuccio apribile del mezzo. Così nel ribaltarsi ha battuto violentemente la testa ed è rimasta uccisa sul colpo.
Illesi gli altri occupanti, che non hanno nemmeno voluto l'ambulanza. Un altra auto della compagnia di safari, ricostruisce sempre il sito di informazione del Kenya, li ha accompagnati a Voi e da qui a Mombasa dove hanno ricevuto cure. La vittima viene ricordata in queste ora dagli amici come una donna «dolcissima e affettuosa». Da anni gestiva il negozio "L'Arte Orafa" in via Canaccio, in pieno centro.

Lo scorso 7 novembre la donna aveva festeggiato il suo compleanno con gli amici, annunciando che sarebbe partita di lì a pochi giorni in vacanza con il suo compagno. È stato lo stesso Ianigro a chiamare in Italia subito dopo la tragedia, avvertendo amici e familiari.

MONTENERO SOTTO CHOC

Sconvolti gli amici e familiari della donna che vivono a Montenero di Bisaccia. Alcuni parenti stanno cercando di capire cosa sia effettivamente accaduto durante il safari. «Abbiamo delle notizie frammentarie - hanno commentato -, stiamo cercando di sapere qualcosa di più. Siamo sconvolti».

Il sindaco di Montenero di Bisaccia Nicola Travaglini, addolorato dalla tragedia, ha espresso cordoglio e vicinanza ai genitori, alla sorella ed ai parenti. «Giulia era una persona splendida - ha sottolineato - piena di vita, sempre sorridente, intraprendente e con una gran voglia di fare. Grazie alle sue capacità professionali e alla sua intelligenza aveva aperto un laboratorio a Vasto dove si era trasferita. Esprimo a nome dell'amministrazione comunale e della comunità di Montenero profondo cordoglio e grande vicinanza alla famiglia ed ai parenti in queste ore di grande dolore».

Cordoglio anche a Termoli. «Non ce lo aspettavamo - hanno dichiarato alcuni amici termolesi della giovane -. È stato un colpo troppo grande. Siamo veramente addolorati. Non doveva accadere, non meritava una morte del genere».