SANITA'

Abruzzo. Giovanni Farinella in pole position come direttore alla sanità

Oggi scade il bando per la selezione, ma i giochi sembrano fatti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5659

Abruzzo. Giovanni Farinella in pole position come direttore alla sanità

Maria Crocco


ABRUZZO. Giovanni Farinella è il nome di cui si parla in assessorato regionale alla sanità per prendere il posto di Maria Crocco, storico direttore di questa struttura dove ha scalato quasi tutti i gradini della sua carriera, vivendo da protagonista la sanità abruzzese degli ultimi 25 anni.
Il bando per la selezione del nuovo direttore scade proprio oggi e tra le domande pervenute ce ne sono alcune anche da fuori regione, ad esempio la Toscana.
Tra gli altri candidati interni che sono stati accreditati come possibili direttori – mentre sembra che la Crocco non si sia riproposta - ci sono Angelo Muraglia (servizio ispettivo e qualità), Nicola Allegrini (medicina di base), Giuseppe Bucciarelli (che dirige il servizio veterinario, ma che non avrebbe inoltrato domanda) e qualche altro. Ma per almeno due motivi Farinella gode più di tutti il favore del pronostico: si presenta meglio rispetto allo stile dei colleghi Kpmg (da cui proviene), che vestono sempre di nero e si aggirano misteriosi ed inavvicinabili lungo i corridoi di via Conte di Ruvo. E piace all’assessore alla sanità per la sua preparazione economica e per la sua esperienza come dirigente del settore bilancio alla sanità (ad interim ha avuto anche il servizio dei flussi informativi, che poi è passato a Franca Chiola), cioè sa tutto di quello che oggi serve alla sanità abruzzese commissariata dal ministero dell’economia.

Ma il suo asso nella manica è la Kpmg, la società di revisione dei bilanci dove lavorava prima di essere pescato lì da Gianni Chiodi, e che affianca da anni la Regione Abruzzo, fornendo anche altri funzionari alle Asl regionali (un’amministrativa all’Aquila e l’ex manager Paolo Rolleri a Teramo). Tra l’altro questa società svolge lo stesso lavoro anche a Roma per il governo che le ha rinnovato recentemente «l’affidamento del servizio di Advisory contabile per le Regioni in Piano di rientro al raggruppamento temporaneo di imprese Kpmg (mandataria capogruppo) ed Ernst &Young financial business advisors (mandante)».


Come dire che con Farinella direttore, la Regione gioca in casa al Tavolo romano di monitoraggio. Nei corridoi dell’assessorato la sua nomina viene data quasi per certa pur con qualche mugugno e le solite “intenzioni” di ricorso, tanto che l’eventuale passaggio di consegne non sembra il normale turnover tra la maestra che passa il testimone all’allievo un tempo preferito. Infatti dopo una prima “sponsorizzazione”, tra i due sono già esplosi contrasti quando il direttore Crocco si è lamentata per alcuni ritardi del suo possibile successore che seguiva il settore dei Lea (i livelli essenziali di assistenza) e per altre scadenze non sempre rispettate. Infine qualche dissapore c’è stato anche recentemente in occasione della delibera 705, quella dei soldi spostati dalla sanità alla cassa della Regione.
Insomma questi rapporti tra i due, un tempo molto buoni, si sono definitivamente guastati perché erano diverse le valutazioni sul momentaneo spostamento di questi soldi, come si ha modo di leggere nella corrispondenza intercorsa tra l’assessorato al Bilancio, lo stesso Farinella ed il direttore Crocco che puntualizza la necessità di coinvolgere meglio la struttura commissariale. Quindi proprio il ruolo avuto dall’aspirante direttore in questa delibera sarebbe stato il segnale della possibile successione.
Inoltre in questo ultimo periodo il direttore in pectore, tornato ieri da Roma, è stato molto impegnato a preparare il progetto di sviluppo per l’assessorato richiesto dal bando ed ha utilizzato a man bassa tutti i dati di cui è in possesso, ma anche gli altri che gli ha fornito Kpmg: ha dovuto aggiungere solo l’aspetto sociale perché ora si concorre per la “direzione della salute e del welfare”.

C’è infine un’altra scadenza che mette di malumore il direttore uscente: il prossimo esame della sanità commissariata al tavolo di monitoraggio romano sarà sostenuto da Farinella o toccherà ancora a Maria Crocco rappresentare la sanità abruzzese prima di essere sostituita? Allora sembra  probabile che l’appuntamento romano dei prossimi giorni sarà il battesimo da nuovo direttore per l’attuale dirigente del settore bilancio dell’assessorato alla sanità. Giovanni Farinella già in passato ha lavorato per il Tavolo di monitoraggio e così si è guadagnato la stima dell’assessore Silvio Paolucci.  

Sebastiano Calella