LA PROPOSTA

Sede Gdf Pescara: Razzi, «si trasformi in hotel a 5 stelle»

La proposta del senatore di Forza Italia

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2879

Antonio Razzi



PESCARA. «Sul lungomare sud di Pescara stanzia una costruzione fatiscente e abbandonata da anni, il cui progetto iniziale la voleva destinataria della sede della Guardia di Finanza. E' uno scempio in una zona a fortissima destinazione turistica e chiedo di trasformare questo schifo in un albergo a cinque stelle».
Queste le parole del senatore Antonio Razzi che annuncia una interrogazione a risposta scritta al ministro dei Beni e delle attivita' culturali e del turismo e al ministro delle Infrastrutture e dei trasporti.
Un’opera imponente, del valore complessivo di circa 16 milioni e mezzo di euro, che dovrebbe ospitare la sede del comando del nucleo regionale e i relativi alloggi di servizio. L’appalto, assegnato a inizio 2010, vide la consegna dei lavori il 10 febbraio dello stesso anno alla ditta Prismo Universal Italia di Roma, la quale subito dopo affidò i lavori in subappalto a un’altra ditta, pescarese questa volta, la Sim Project Appalti, che opera dal lontano 1964.
In tempi di riconversione delle ex caserme (come ad esempio sta avvenendo a Chieti), il senatore di Giuliano Teatino lancia la proposta per questa struttura non completata e mai entrata in funzione.
Come reagirà il Comune a questa idea? E la Finanza che aspetta da anni?
«La costruzione, divenuta tanto obsoleta quanto inutile, deturpa la bellezza dell'area e ne mortifica la destinazione turistica - scrive Razzi nella interrogazione - considerato poi che si trova all'ingresso del porto turistico. Tale situazione perdura da tempo».
Il senatore ricorda anche «l'impegno economico che ha comportato» la realizzazione dell'opera. Razzi chiede quindi di sapere «quali iniziative vogliano intraprendere» i ministri interrogati, «nell'ambito delle proprie competenze, per porre rimedio all'annosa questione del Palazzo della Guardia di Finanza incompiuto del lungomare turistico della zona sud di Pescara».
«Da abruzzese doc, da passionario della mia terra natia, commenta poi, non finiro' mai di indignarmi sulle cose che accadono in regione».