GENEROSITA'

Elettrodotto Terna, espropri e barricate. Del Grosso su Fb: «mi hanno offerto dei soldi»

Dopo 5 ore chiarisce: «non era una mazzetta»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2929

Elettrodotto Terna, espropri e barricate. Del Grosso su Fb: «mi hanno offerto dei soldi»
ABRUZZO. «La Terna mi ha offerto dei soldi! Sì, mi hanno offerto soldi perchè vogliono far passare un inutile elettrodotto sul mio terreno in Abruzzo. Non si erano accorti di trattare con un portavoce del #M5S e non appena l'hanno scoperto ho visto sbiancare i loro visi (pensate che sfiga che hanno avuto!) ma devo dire che ho visto anche aumentare la loro offerta!»
La denuncia è arrivata dal deputato del Movimento 5 Stelle, Daniele del Grosso, che ieri pomeriggio ha lanciato la ‘bomba’ su Facebook puntando il dito contro la multinazionale che deve costruire l’elettrodotto contestato.
Le frasi chiare ed inequivocabili hanno dfestato subito una incontrollabile reaione a catena per il contenuto e le modalità della denuncia.
Dopo una valanga di condivisioni del post (oltre 800), commenti e inviti da parte degli utenti a denunciare il fatto alla Procura, il deputato ha corretto il tiro e modificato quanto scritto (circa 5 ore dopo la prima pubblicazione), sottolineando che non si trattava di una mazzetta «ma di offerte per passare sui tuoi terreni».
«Più ti opponi», ha poi aggiunto, «e più alzano l'offerta finchè non avviene l'esproprio. Io potevo starmi zitto e prendere l'offerta più alta.. ma non è nello stile 5 stelle!»
Dunque se con il primo post Del Grosso ha lasciato intendere sibillinamente che potesse trattarsi di una tangente, pubblicando anche una sua foto tra i banchi del Parlamento con la scritta ‘#Terna non voglio i tuoi soldi’ ha poi precisato di aver ricevuto semplicemente un'offerta per la servitù di passaggio in quanto lì in zona insisterebbero anche terreni della sua famiglia.
Resta da capire che cosa sia realmente accaduto visto che nè Del Grosso, nè Terna ha spiegato i fatti: chi, come, quando, con quali parole e in che modalità è avvenuto il colloquio e la presunta offerta?

Ai tempi di Facebook e della presunta trasparenza ci si deva accontentare di questo, poco o tanto che sia, anche in presenza di fatti così gravi.
Ma se non si tratta di un tentativo di corruzione ma è tutto normale, allora perchè tanta enfasi nel pubblicizzare così una cosa del tutto legittima?
Se, viceversa, legittima non è che intende fare il Movimento 5 stelle?    
Intanto proprio oggi, a partire dalle ore 10, cominceranno i lavori. ««Terna dovrà scontrarsi con il Movimento 5 Stelle», annunciano gli attivisti.
I 5 stelle faranno un presidio nei terreni che la società vuole espropriare a Cepagatti per la realizzazione dell'elettrodotto. Ironia della sorte, il terreno che oggi Terna vuole espropriare appartiene proprio a Del Grosso.
L’appuntamento è alle 9,30 presso i terreni di Villareia di Cepagatti, sotto il "ponte delle fascine" (di fronte all'istituto agrario di Villareia). Alle ore 10 è previsto il blocco dell’immissione in possesso dei terreni della famiglia Del Grosso. Insieme al deputato ci saranno i parlamentari abruzzesi, altri parlamentari da Roma, i portavoce regionali e comunali, attivisti del M5S e dei comitati contrari all'elettrodotto.