IL PERSONAGGIO

Ue in classe: portavoce Bruxelles torna nella sua scuola di Sulmona

Per spiegare Europa a studenti. Lavora con commissario Malmstrom

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1912

Ue in classe: portavoce Bruxelles torna nella sua scuola di Sulmona


BRUXELLES. Il portavoce agli Affari Interni della Commissione Ue, Michele Cercone, ritorna per un giorno tra i banchi della sua ex scuola di Sulmona per raccontare agli studenti la sua esperienza europea e parlare d'Europa con i ragazzi dell'Istituto di Istruzione Superiore Giambattista Vico.
L'abruzzese, attuale portavoce della commissaria Ue Cecilia Malmstrom, incontrerà martedì 14 ottobre oltre duecento studenti del Liceo Linguistico Giambattista Vico, del Liceo delle Scienze Umane e del Liceo Classico Ovidio nell'ambito del progetto 'Back to school' organizzato dalla Rappresentanza della Commissione europea in Italia in occasione del semestre di presidenza italiana dell'Unione europea.
L'incontro, che vanta il patrocinio del Comune di Sulmona, si svolgerà dalle 10 alle 13 nella sala del cinema cittadino Pacifico.
«L'idea - ha spiegato Cercone - è nata dopo aver incontrato a Bruxelles un gruppo di studenti di Sulmona in visita alle istituzioni Ue. I ragazzi hanno dimostrato tanta passione e interesse per i temi europei e alla fine eravamo tutti entusiasti. Ho promesso che sarei andato a trovarli a Sulmona, e nel quadro dell'iniziativa 'back to school' abbiamo ideato con la preside, Caterina Fantauzzi, e l'insegnante di francese, Emanuela Cosentino, un evento che coinvolgerà i tre licei. Nel corso dell'incontro cercherò di raccontare il mio percorso professionale, di spiegare come si fa e cosa vuol dire lavorare nelle istituzioni Ue, ma avremo anche modo di parlare di temi europei e di calarci in una sorta di gioco di ruolo per capire da vicino i meccanismi di funzionamento dell'Ue». 

Il progetto "back to school' ha l'obiettivo di far tornare nelle loro ex scuole funzionari della Commissione Ue che possano illustrare agli studenti il percorso che li ha portati a lavorare nelle istituzioni europee. Il progetto offre anche agli studenti l'opportunità di affrontare temi europei con funzionari della Commissione Ue che hanno iniziato il loro percorso tra i loro stessi banchi.
Michele Cercone è originario di Cansano (Aq) e ha compiuto i suoi studi superiori al Liceo Classico Ovidio di Sulmona, prima di laurearsi in Scienze Politiche all'Università Cattolica di Milano. Nel 1996 ha ricevuto la Borsa di studio Robert Schuman per giovani giornalisti europei e nel 1997 si è specializzato in giornalismo europeo alla Fondazione "Journalists in Europe" a Parigi.
Dopo una carriera giornalistica internazionale, in cui ha lavorato per media statunitensi, francesi, e italiani, nelle principali città europee, ha raggiunto nel 2006 il servizio portavoce della Commissione Ue, occupando, tra l'altro, il ruolo di Portavoce ai Trasporti e di Portavoce alla Giustizia, Libertà e Sicurezza. Dal 2010 è portavoce agli Affari interni, al fianco della Commissaria Cecilia Malmstrom.