L'INZIATIVA

Re_ActoFest, a L’Aquila la prima rassegna di street art

Si comincia il 13 settembre

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2695

Re_ActoFest, a L’Aquila la prima rassegna di street art




L’AQUILA. Si aprirà il 13 settembre il Re_ActoFest, rassegna di street art alla sua prima edizione, un evento che durerà un mese, fino a metà ottobre, con un programma ricco di eventi a tema.
Il festival, organizzato dall'associazione Re Acto in collaborazione con il 3e32, vede come direttore
artistico e produttore Luca Ximenes, architetto e streetartist aquilano. Il nome Re_Acto, distorsione “street” del verbo reagire, sottolinea la volontà ambiziosa della rassegna
di sommergere L’Aquila di creatività, di trovare modi alternativi per ripensare il “luogo pubblico” e di rimettere al centro dell’elaborazione post sisma la socialità e la possibilità di espressione.

GLI ARTISTI
La rassegna ha l’obiettivo di offrire una panoramica variegata dei maggiori ambiti stilistici racchiusi
all'interno del più generico termine di street art: dallo spray, allo stencil fino allasticker art.
I quindici artisti che interverranno, tutti con importanti esperienze nazionali e internazionali, porteranno a L’Aquila un saggio della loro interpretazione di street art: dai dipinti surreali di Zed1, ai comics di Solo, agli stencil ironici di EsseGee Fra, passando per le opere d'ispirazione bizantina di Klevra, per arrivare ai collage ispirati alla pop art di UNO, alla sticker art e ai combo "ecologici" di StelleConfuseTree, alle creature ibride e visionarie di MrThoms, ai murales futuristici di V3rbo fino al liberty noire e metropolitano di Diamond.

I MURI
La rassegna coinvolgerà sia il centro storico che le periferie. In centro, gli artisti dipingeranno i muri perimetrali dello stadio e il sottopasso della Fontana Luminosa, mentre in periferia sarà coinvolto il progetto C.A.S.E.di Bazzano.
Muri scelti con attenzione perché il Festival non vuole e non può, trattandosi di street art, limitarsi
all'espressione artistica. Questa forma d'arte, che si contraddistingue principalmente per la particolarità del supporto utilizzato, ha una connotazione sociale dirompente. Proprio per questo i suoi luoghi d’elezione sono quartieri dormitorio, infrastrutture di servizio come i piloni dell'autostrada, edifici abbandonati e fatiscenti che vengono rifunzionalizzati e trasformati in luoghi di socialità, veicoli di cultura e sensibilità artistica, luoghi pubblici restituiti alla collettività.

IL RE_ACTO MUSIC FEST
Durante tutto il Festival si susseguiranno concerti, dj sets e aperitivi musicali. Ovviamente a farla da padrone sarà il rap con la presenza di nomi importanti: Kaos One, pietra miliare del genere in Italia, rapper dalle corde vocali graffianti e dai testi cupi e Murubutu, con le sue storie drammatiche e intense, intrise di letteratura e dipinte come affreschi dai colori pastello. Ci saranno poi i dj sets di DjCraim e Don Diegoh, di Esa e dj Lato,Danno e dj Craig e la presenza degli aquilani Souleloquy, e Zona Rossa Krew. Importanti eccezioni e divagazioni nell’ambito Indie Rock sono costituite dalla presenza di Le Naphta Narcisse accompagnati dai giovani e sonici Mold on your Souce, promettente band aquilana, e dai taglienti dj Sets di Rocker Butch.

EVENTI COLLATERALI
Parallelamente al festival si svolgeranno anche eventi collaterali come un live painting che aprirà il
festival e una mostra che si aprirà i primi di Ottobre presso la nuova sede dell'ordine degli architetti. Il live painting si terrà nel parco di Collemaggio e darà la possibilità a chiunque voglia di cimentarsi con le bombolette su pannelli appositamente allestiti.